disserviziIn rete esiste un servizio decisamente interessante con il quale il consumatore ha la possibilità di scoprire la causa dei principali disservizi degli operatori telefonici italiani, il suo nome è Downdetector, ma come funziona? e come utilizzarlo al meglio?

L’utility è completamente gratuita nonché accessibile senza preferenze indipendentemente dall’azienda di riferimento o di provenienza, in altre parole tutti vi possono tranquillamente accedere, basterà disporre di una connessione internet attiva (sia essa da smartphone, tablet, notebook o smart TV).

Downdetector nasce come raccoglitore di segnalazioni da parte della community, in altre parole l’utente ha la possibilità di segnalare al resto della popolazione un’eventuale problematica con Spotify, Netflix, Iliad, TIM, Wind, Tre Italia, Vodafone e altre, in modo da aiutare gli altri e ricordare di non essere i soli e gli unici ad essere in difficoltà.

 

Downdetector: come funziona

Dopo esservi collegati al sito ufficiale ed aver cercato l’azienda di riferimento, vi verrà mostrata una schermata suddivisa in tre parti differenti. Inizialmente potrete accedere ad un grafico temporale in cui vengono mostrate le segnalazioni delle ultime 24 ore, in questo modo nel caso in cui sia stato registrato un picco, nella stessa ora molto probabilmente abbiamo assistito ad un down di sistema.

Leggi anche:  Down di rete: nuovi problemi sulle linee TIM, Wind Tre, Vodafone e Iliad

Scorrendo la pagina verso il basso si incrocia una mappa con piccole aree cerchiate in rosso; in tal senso è possibile scoprire le zone principali da cui sono provenute le segnalazioni.

Ultima, ma non per importanza, la presenza del plugin Facebook con tutti i commenti dei consumatori che hanno effettuato la segnalazione al sistema. Downdetector è gratis e completamente scollegato da una qualsiasi azienda, per maggiori informazioni collegatevi qui.