IPTV: dopo lavviso de Le Iene gli utenti TIM, Vodafone e Wind sono finiti nei guai

Affidarsi al mondo dell’IPTV in questo momento potrebbe essere molto rischioso in quanto il servizio illegale sta riportando colpi duri dalla legge. Le grandi aziende avrebbero deciso di ribellarsi insieme a questo fenomeno che non fa altro che indebolirle e soprattutto truffarle.

Molti utenti non rinuncerebbero per nulla al mondo a questa soluzione la quale infatti permette risparmio e ogni piattaforma a prezzo basso. Il tutto in genere costa circa 10 euro al mese con grande qualità e soprattutto anche con contenuti on demand oltre che in diretta. Le Iene avevano svolto un servizio nel quale invitavano gli utenti a desistere ma a quanto pare tale consiglio non è stato seguito. (Per le migliori offerte e codici sconto da parte di Amazon, ecco il nostro canale Telegram ufficiale. Clicca qui per entrare).

Leggi anche:  IPTV chiude definitivamente: ora si rischia una multa da migliaia di euro

 

IPTV: arrivano le multe per gli utenti e il tribunale di Milano chiude un noto portale molto seguito

Da quando esiste l’IPTV non ha fatto altro che riportare successi con gli utenti che senza saperlo si son messi nei guai da soli. Infatti alcuni di questi ad oggi si ritrovano con multe esose da pagare o al limite senza un noto portale recentemente vietato.

Tornando alle multe, come anticiparono Le Iene, queste vanno dai 2000 ai 25.000 euro e possono essere rifilate a chiunque. In seguito ecco che tutti gli utenti con i maggiori gestori fissi in casa, dovranno fare a meno di No Freeze IPTV, portale molto noto che quindi non sarà più visibile.