Il 5G è pronto ed è qui per rimanere: è questo il concetto che è stato espresso al Mobile Wold Congress da Rajeev Suri, CEO di Nokia che ha tenuto la conferenza stampa dell’omonima azienda. Nel corso della presentazione, Nokia non si è lasciata scappare nulla ed ha espresso molte considerazioni in merito al 5G, il nuovo standard per le connessioni mobili.

Una strategia chiara ed efficiente: ecco su cosa punta Nokia

Rajeev Suri è stato indissolubile ed ha subito messo in chiaro un’importante nozione: Nokia non produce solo terminali destinati ai consumatori, ma è anche leader mondiale nelle soluzioni per il networking. Proprio per questo motivo, l’azienda ha studiato una strategia chiare ed efficiente, la quale punta a consolidare la sua supremazia in campo 5G. Alla base di questo piano si trova la volontà di fornire soluzioni end to end e ci costruire infrastrutture 5G per assicurare la longevità. la sicurezza e la scalabilità delle reti legate al 5G. Per effettuare questa sua strategia, Nokia incluse nella sua visione 5 componenti molto importanti:

  • Radio
  • Edge
  • Connessione ultimo miglio
  • Enterprise LAN
  • Software e Slicing
Leggi anche:  5G: ecco perche gli operatori telefonici hanno aumentato le tariffe

Ma il gap tra Europa e USA è qualcosa da prendere in considerazione

Il CEO di Nokia ha speso belle parole in merito alla sua azienda, ma quando sentiamo parlare del 5G bisogna prendere in considerazione anche un importante questione: il divario presente tra Europa e Stati Uniti. L’odierno scenario vede una situazione molto articolata e rischia di essere guastato da una serie di incognite legato all’assegnazione delle frequenze. Il principale punto di domanda è rappresentato dalla troppa frammentazione degli operatori. Nonostante ciò, in Italia sembra esserci uno spiraglio di luce concesso da Telecom e Vodafone che hanno annunciato una collaborazione.