WhatsApp: un nuovo metodo per entrare da invisibili e di non aggiornare l'ultimo accesso

Continua il clamoroso boom dei messaggi eliminabili su WhatsApp. Ad oltre un anno e mezzo dalla release, gli utenti non possono far altro che apprezzare la funzione che consente di cancellare messaggi anche nel momento successivo all’invio.

E’ possibile cestinare un messaggio già spedito senza mostrar nulla all’interlocutore, a patto ovviamente che questo non abbia visualizzato in tempo. L’introduzione di tale feature ha reso le chat di WhatsApp molto più chiare.

 

WhatsApp, l’unico metodo per recupera ciò che gli amici hanno cancellato

Le disposizioni degli sviluppatori sono state ferree: una volta avvenuto richiamo è impossibile leggere il messaggio che viene cestinato. Tale vincolo dovrebbe chiudere ogni speranza a quelle persone maliziose che vogliono sempre avere sott’occhio i testi in versione originaria. In realtà però esiste una via d’uscita.

Leggi anche:  WhatsApp, c'è un bug della chat che ci fa leggere tutte le chat degli amici

Gli utenti che non vogliono perdere nemmeno un messaggio possono sfruttare una app presente su Google Play chiamata “Notification History”. Questo servizio (vi alleghiamo il link per il download su Android) ha un compito persico: non far perdere all’utilizzatore nessun messaggio.

Il funzionamento di “Notification History” è davvero semplice. Il sistema si basa sulle notifiche in entrata, tra cui ovviamente anche quelle che provengono dalle conversazioni di WhatsApp. Quando sullo smartphone arriva una notifica, questa viene subito salvata da Notification History. Il salvataggio, che avviene di default, rende praticamente inutile la cancellazione del testo. Anche quando la controparte vorrà richiamare un messaggio, sul device sarà sempre presente una traccia indelebile di quest’ultimo.