I consumatori sono entusiasti di questo 2019 perché porterà numerose “novità tecnologiche”; in questo nuovo anno, sarà disponibile il nuovo gestore telefonico virtuale Sky Mobile, la nuova rete 5G per i nostri smartphone e il DVB-T2 per i nostri amati televisori.

Novità in arrivo per i consumatori

Finalmente, i consumatori avranno modo di confrontare le prime tariffe del nuovo gestore telefonico virtuale: Sky Mobile; è a tutti gli effetti, un gestore telefonico virtuale perché si trova nei registi dell’AGCOM e sarà disponibile in primavera. Sarà un valido avversario per i gestori telefonici Tim, Vodafone, Iliad, 3 Italia e Wind perché, secondo alcune notizie lancerà dei pacchetti All Inclusive imperdibili; così facendo, i suoi clienti avranno un pacchetto che gli permetterà di possedere una tariffa per la scheda SIM, una tariffa per la rete fissa di casa e un abbonamento alla pay-tv, che fornirà numerosi canali in qualità HD.

Insomma, un gestore telefonico virtuale che potrebbe portare via numerosi clienti ai vari gestori telefonici; per quanto riguarda i gestori Tim, Wind, Vodafone e 3 Italia continuano a impegnarsi duramente nel progetto “5G“, cercando di renderla disponibile prima possibile. Finora, nessun gestore telefonico ha parlato in merito di prezzi ma, secondo alcuni siti web saranno prezzi piuttosto alti, che non tutti i consumatori potranno permettersi; si parla di prezzi non inferiori ai 40,00 Euro mensili e in più, i consumatori dovranno sostenere un ulteriore costo per un nuovo smartphone, capace di supportare il potente 5G.

Leggi anche:  Rete 5G, DVBT2 e Sky Mobile in continuo aggiornamento: ecco le ultime novità rilasciate

Saranno comunque i consumatori a scegliere se utilizzare o meno la rete 5G ma, differente è il discorso per il DVB-T2; è un nuovo standard digitale che permetterà ai consumatori, la visione di nuovi canali e tutti in qualità HD. Purtroppo, quando il progetto DVB-T2 sarà portato a termine, nessuna televisione funzionerà se non è dotata di codec HEVC; i consumatori saranno obbligati ad acquistare una nuova televisione o decoder, perché le TV di oggi non supportano il nuovo standard di digitale terrestre.