PostePay e Conti correntiEmail fake e siti clone che riescono a trafugare i dati delle vittime sono i due elementi principali che consentono agli hacker di attuare tentativi di frode online. Iniziano inviando un’email apparentemente innocua, il cui mittente reale è ignoto ma solito nascondersi dietro il nome di Poste Italiane o di altri istituti bancari. Suggeriscono alla vittima di procedere con l’aggiornamento dei suoi dati e, quindi, la invitano a cliccare su un link fraudolento che farà entrare in gioco il sito clone e quindi permetterà di compiere l’inganno.

Truffe online: email fake, link fraudolenti e siti clone sono utilizzati dai cyber-criminali per ingannare tantissimi utenti!

Le email fittizie a cui ci riferiamo trattano soprattutto problemi relativi al conto e alle carte degli utenti. Utilizzano tali espedienti per giustificare l’aggiornamento dei dati. Tramite tale passaggio i malfattori possono ricevere tutti i codici, le password e le credenziali degli utenti. Una volte ottenute informazioni del genere, quindi, possono accedere al conto online delle vittime e rubare tutto il denaro senza dare nell’occhio.

Leggi anche:  PostePay battuta da Hype e N26: aumentano le truffe sulla carta prepagata

A permettere di ottenere le credenziali sono appositi siti clone creati dai malfattori a tale scopo. Ogni email fraudolenta, infatti, contiene il link del sito, che sarà un clone di quello ufficiale dell’azienda colpita. Una volta arrivati alla pagina fraudolenta ed inserite le credenziali, i cyber-criminali avranno raggiunto il loro obiettivo senza alcuna difficoltà.

In questo periodo è ancora più importante prestare attenzione, poiché, i tentativi di frode potrebbero aumentare in occasione delle festività, durante le quali gli utenti sono più soliti effettuare acquisti online. Non mancano, infatti, i falsi annunci relativi a sconti e acquisti straordinari da effettuare, che nascondono però degli inganni veri e propri.