whatsapp truffaWhatsapp Messenger popola il vertice di tutte le classifiche di preferenza degli store di applicazioni mobile e non. Viene usato in ogni dove per comunicare in ambito personale e professionale. Data la sua ampia diffusione è veicolo di nuove truffe da parte degli hacker. Le studiano tutte pur di metterci in allarme. Dobbiamo fare attenzione a questi 2 nuovi messaggi fake.

 

Whatsapp: le nuove truffe

Possiamo diventare invisibili quanto vogliamo, ma la verità è che gli hacker le tenteranno tutte pur di scatenare paura ed angoscia con messaggi e comunicazioni allarmanti. L’ultimo periodo ha messo in allerta tutti gli utenti a causa di messaggi disarmanti. Ci sono 2 truffe particolari cui dobbiamo porre particolare attenzione.

Whatsapp torna a pagamento e Vinci un buono da 500 euro con Ikea sono le più in vista. Entrambi nascondono particolari insidie alla sicurezza personale e dei conti correnti. Dando adito a questo genere di comunicazioni si finisce col fornire spontaneamente una porta aperta alle intrusioni sui conti correnti e sui dati sensibili.

Le segnalazioni giunte per mano della pagina Facebook della Polizia danno atto di un fenomeno in costante crescita. In vista delle festività gli attacchi si intensificheranno e bisogna fare molta attenzione.

Leggi anche:  Whatsapp propone un aggiornamento con scioccanti novità ed un trucco

Le autorità avvertono che si tratta semplicemente di fake news. Facile capirlo visto che Whatsapp non si paga in nessun caso. Il link allegato al nuovo messaggio in chat non deve essere preso in considerazione ed un eventuale click conduce solo al prelievo forzato del nostro denaro.

I malintenzionati tentano di convincere i malcapitati spacciandosi legittimamente per gli sviluppatori, tanto da manifestare l’intestazione Whatsapp Secure in calce al mittente della mail allegata. Si promette un utilizzo illimitato del servizio dietro il pagamento di un corrispettivo una tantum, ma pochi minuti e ci si accorge che tutti i soldi sono spariti.

La regola generale deve essere questa: cestiniamo i messaggi. Non corrispondiamo alcun dato a mittente che si fingono Facebook, Whatsapp o qualsiasi altro servizio. Nessuno richiede il pagamento di una quota di utilizzo. Bloccate il mittente ed usate le app come avete fatto fino ad oggi. Non c’è rischio che il vostro account venga chiuso.