Considerato il massiccio utilizzo che oggi si fa degli smartphone, molte persone hanno cominciato a preoccuparsi riguardo quanto ciò possa rappresentare un margine di rischio per la propria salute da non sottovalutare. A dimostrare che vi sia una reale correlazione tra gli smartphone e l’aumento delle probabilità di riscontrare il cancro al cuore è stato un test svolto in un laboratorio americano. Intanto, Forbes ha rilasciato una classifica con gli smartphone più radioattivi presente oggi sul mercato, e perché no, probabilmente anche nelle tasche di molti individui.

Le radiazioni da smartphone aumentano le probabilità del cancro al cuore

Il test che dimostra che le radiazioni derivate da smartphone aumentino, effettivamente, le probabilità di riscontrare il cancro al cuore è stato effettuato su topi da laboratorio. Per tale ragione, gli scienziati hanno specificato che i risultati del test non possono in realtà essere estesi anche sugli umani. Secondo quanto emerge dallo studio rilevato dal laboratorio americano, la probabilità del cancro al cuore sarebbe aumentata di ben 5 o 7 punti percentuali nei campioni di sesso maschile esposti alle radiazioni, mentre non si potrebbe dire altrettanto sui campioni di sesso femminile. Tuttavia, anche se ad oggi non è stato ancora scientificamente dimostrato che le radiazioni da smartphone possano esporre più facilmente gli uomini al rischio del tumore, è comunque sempre meglio prestare molta attenzione all’uso che se ne fa dei propri devices, magari seguendo piccoli ma importanti consigli che, se adottati, possono aiutare a difendersi dall’eventuale rischio.

Leggi anche:  Samsung Rize: la probabile nuova serie di smartphone del produttore sudcoreano

Quali sono gli smartphone più pericolosi?

Spesso, tra le caratteristiche di cui è dotato uno smartphone che spingono le persone ad acquistare un dispositivo piuttosto che un altro, si tende a non prestare attenzione ad un dato importantissimo, ovvero il valore SAR. Con tale valore s’intende il numero che misura la velocità con cui il nostro corpo assorbe l’energia quando viene esposta alle onde radio entro un certo periodo di tempo. Quanto più questo valore è alto, tanto più lo smartphone è radioattivo e pericoloso. In Europa, il limite di questo valore è di 2 W/Kg. A pubblicare la lista degli smartphone più radioattivi presenti oggi sul mercato è stata la rivista americana Forbes. Ad occupare i vertici della classifica è lo Xiaomi Mi A1, con valore SAR di 1,75 punti. A seguirlo sono altri devices cinesi, tra cui diversi modelli Huawei (Mate 9 con 1,64 punti, P9 Plus e P9, rispettivamente con 1,48 e 1,43 punti) ed anche i dispositivi di casa Apple, tra i quali rientrano l’iPhone 7 con 1,38 punti, l’iPhone 8 con 1,32 punti e l’iPhone 7 Plus con 1,24 punti.