Amazon

La più grande piattaforma di e-commerce al mondo, Amazon, è da qualche tempo indecisa in quale città aprire la seconda sede. Inizialmente le città a cui l’azienda pensava erano diverse, ma sapeva che prima o poi avrebbe dovuto scegliere.

Qualche giorno fa vi abbiamo parlato della possibile scelta della società di Jeff Bezos su Washington, anche a causa dei dissapori che scorrono tra lui e il Presidente degli Stati Uniti, Donlad Trump. Sembra però che la scelta sia ricaduta sulla grande mela.

 

Ecco dove Amazon aprirà il suo secondo polo

Secondo le ultime indiscrezioni la piattaforma di e-commerce avrebbe scelto il luogo in cui sorgerà il suo secondo quartier generale. La sede dovrebbe dividersi in due grandi poli, uno a Long Island, New York e l’altro a Crystal City, un sobborgo a due passi da Washington. L’annuncio ufficiale dovrebbe avvenire tra poche ore secondo il Wall Street Journal.

Leggi anche:  Amazon accusato di rovinare il Natale a causa dell'imballaggio

L’azienda ha quindi preferito rimanere sulla costa est degli Stati Uniti, scegliendo una capitale politica e una capitale finanziaria. Proprio nel 2017 la società aprì la gara per il HQ2, invitando le città a proporsi. Durante la prima selezione aveva scremato le candidature arrivando a considerare i 20 centri rimasti. Il gruppo, alle città prescelte, ha promesso di investire ben 5 miliardi di dollari e di aumentare gli uffici per i dipendenti.

Il Washington Post, il 4 novembre scorso ha indicato Crystal City come una delle possibili scelte da Amazon e ora, non possiamo dire che aveva torto. Soprattutto per l’importanza della città, a due passi dalla capitale politica e in prossimità all’aeroporto Ronald Regan.