LG, HTC, HMD e Sony sono tra i partner 5G di Qualcomm per il 2019

I numeri uno di Qualcomm, oltre a uno Snapdragon 675 che dovrebbe consentire esperienze di gioco “eccezionali”, funzionalità AI avanzate e prestazioni della fotocamera “all’avanguardia” per gli smartphone di fascia media 2019, hanno annunciato anche una serie di innovazioni 5G ad Hong Kong e in Svezia.

Parlando di connettività 5G Qualcomm ha svelato quali sono i partner con i quali lavorerà a stretto contatto per portare risultati concreti nel 2019. Oltre al OnePlus 7, il modem Snapdragon X50 del gigante dei semiconduttori dovrebbe trovare posto all’interno degli smartphone di una dozzina di aziende importanti.

Ci sono in totale 19 OEM impegnati per la visione 5G di Qualcomm per il 2019, anche se alcuni nomi di questo elenco non saranno familiari ai consumatori di dispositivi mobili. Netgear, ad esempio, è una multinazionale leader nelle produzione di soluzioni di networking mentre Sierra Wireless produce apparecchiature di comunicazione wireless.

 

La visione 5G di Qualcomm per il 2019: tutti gli OEM che collaboreranno

Questi brand, probabilmente, aiuteranno Qualcomm nello sviluppo dei suoi prodotti e a trarre vantaggio dalle infrastrutture esistenti. Gli OEM che invece interessano i nostri lettori sono: ASUS, HMD Global, HTC, LG, Motorola, OnePlus, Oppo, Sony, Vivo e Xiaomi. Alcuni di questi erano già protagonisti di diverse indiscrezioni.

Leggi anche:  Huawei sta lavorando al primo smartphone con supporto 5G, ma non è ciò che pensiamo

Leak sull’uscita di smartphone compatibili con il 5G entro il prossimo anno. Tuttavia, alcuni brand come HTC per esempio, erano al di fuori di questi obiettivi ambiziosi. ASUS è un altro di questi mentre tra tanti big blasonati è bello vedere HMD Global interessata a costruire smartphone 5G con marchio Nokia.

I più attenti avranno notato che in questo elenco ci sono delle assenze anche abbastanza importanti. Stiamo parlando di Apple, Huawei e Samsung, praticamente il podio dei principali fornitori di smartphone al mondo che attraverso i propri centri di ricerca stanno cercando altrove le loro esigenze per i modem 5G.

Anche se non è del tutto chiaro se gli iPhone 2019 sopporteranno realmente le nuove velocità del 5G, in quel di Cupertino, Pechino e Seoul si stanno testando soluzioni proprietarie o al massimo provenienti da altri specialisti del settore che non siano Qualcomm. Tuttavia, per avere delle certezze dovremmo aspettare ancora un paio di mesi.