nuova truffa banca italiaNel corso di queste ultime ore si intensificano le segnalazioni a proposito di una nuova truffa online ai danni delle banche italiane.

A porre il livello di allarme rosso è la Polizia Postale, che tramite la sua pagina attiva su Facebook “Una vita da social” consiglia di stare lontani dalla minaccia seguendo il vadenecum essenziale contro gli attacchi.

 

Nuova truffa in banca: conti a rischio e smartphone infetti

In questi minuti è in corso un’indagine approfondita volta a confermare la portata degli attacchi hacker che stanno coinvolgendo sempre più istituti bancari in tutta Italia. Si procede sensibilizzando il pubblico nei confronti di una nuova minaccia reale che prende di mira conti correnti e prepagate.

Si tratta di un chiaro tentativo di phishing online che ha il solo scopo di estorcere informazioni sensibili come codice cliente e password. Il metodo di attacco è quello classico. Si riceve una mail contenente un link che ci porta ad accedere ad un sito sospetto. Al phishing sopraggiunge il pharming e dal click ad ammanchi di migliaia di euro è un secondo.

Compilando il form presente sul sito indicato nel link fraudolento si finisce col concedere tutti i dati essenziali per la profilazione dei conti. La pagina è un fake ed offre ai cybercriminali sia i dati personali dell’intestatario che quelli della carta e del conto corrente collegato. La solita truffa, dalla quale dobbiamo ben guardarci. I nostri telefoni potrebbero essere stati già infettati. Vediamo come scoprirlo.

Leggi anche:  Whatsapp torna a pagamento: clienti Tim, Wind, Tre e Vodafone in pericolo

 

Come scoprire se siamo stati infettati: metodo di difesa

Come per l’ultima geniale truffa Bancoposta Online valgono le solite raccomandazioni generali. Diffidate sempre dai messaggi email inviati da mittenti sospetti. Poste Italiane, Paypal e le banche non inviano segnalazioni per blocchi e presunti rimborsi. Tra l’altro, occorre prestare attenzione a:

  • non inserire mai le credenziali di acceso
  • contattare la propria banca per richiedere informazioni e chiarimenti tramite Area Cliente verificata o call center
  • effettuare una scansione antivirus approfondita del sistema

Oltre questo è sempre consigliabile eliminare il messaggio e non inoltrarlo ai nostri contatti. Hai ricevuto anche tu una mail di questo tipo in queste ore? Segnalacelo attraverso tutti i tuoi commenti e scopri di più consultando la pagina Commissariato di P.S. Online che ha diramato la segnalazione.