apple iphone xs ifixit

Apple ha da poco presentato i nuovi iPhone XS e XS Max e subito i terminali sono finiti sotto la lente di ingrandimento dei ragazzi di iFixit. Il team ha provveduto allo smontaggio completo e contemporaneo dei due device con il fine di scoprire cosa li accomuna e in cosa differiscono.

Ovviamente il design è un elemento di unione tra i due iPhone che condividono il form factor anche se con dimensioni di display diverse. Particolare attenzione è stata posta sulle nuove batterie in quanto iPhone XS Max la costruzione si rifà direttamente a quella a doppia cella di iPhone X con una potenza di 12.08 Wh. Per quanto riguarda iPhone XS invece si tratta di una evoluzione della batteria a forma di “L” a cella singola da 10.13 Wh.

Inoltre non sono stati trovati elementi che sottolineano la protezione all’immersione in acqua. Il device tuttavia è certificato IP68 e a questo punto è possibile pensare che anche iPhone X potesse essere impermeabile. Tuttavia Apple non ha voluto soffermarsi e pubblicizzare questa caratteristica. Per chi volesse approfondire la scoperta dell’hardware dei nuovi device Apple, è possibile leggere l’articolo sul sito iFixit

A livello di riparabilità, iPhone XS e XS Max ottengono un punteggio di 6 su 10. Significa che sono abbastanza facili da riparare grazie all’attenzione del design strutturale da parte di Apple. La facilità di accesso al display e alla batteria è cruciale per l’azienda di Cupertino e un display rotto può essere sostituito senza rimuovere i sensori biometrici di Face ID, facilitando molto le cose. Un altro elemento che fa scendere il punteggio è la presenza del vetro sia anteriormente che posteriormente. Una eventuale caduta e rottura del vetro comporta la sostituzione dell’intero chassis.

Leggi anche:  Huawei è sicura che il suo Kirin 980 è migliore del processore A12 Bionic di Apple