Postepay EvolutionUn caso già noto di phishing, che utilizza gli SMS per diffondersi, sta continuando a circolare, preoccupando i titolari di PostePay Evolution. Basta una semplice svista e il messaggio può sottrarre dati e denaro ai titolari delle carte.

I clienti di Poste Italiane possono comunque utilizzare pochi semplici accorgimenti per contrastare il phishing e proteggere la propria carta.

PostePay Evolution: la carta è una delle più colpite dal phishing!

PostePay Evolution è la versione più diffusa delle varie prepagate PostePay rilasciate da Poste Italiane. La presenza di un Codice Iban, che permette di utilizzarla come una normalissima carta di credito, è ciò che la contraddistingue. La caratteristica, seppur favorevole per gli utenti, si rivela un pericolo, poiché offre ai cyber-criminali, soliti diffondere messaggi truffaldini, degli espedienti credibili per ingannare tutti.

Il tentativo di frode in questo caso arriva tramite SMS ma la comunicazione è stata più volte inviata alle vittime tramite email decisamente convincenti. Il messaggio riguarda sempre un’improvvisa sospensione del conto e richiede il rinnovo dei dati d’accesso. I criminali offrono all’utente un link e invitano la vittima ad utilizzarlo per accedere rapidamente al sito di Poste Italiane ed inserire le sue credenziali. La pagina, però, è soltanto un clone graficamente simile al sito ufficiale dell’azienda.

Leggi anche:  Postepay+: la nuova applicazione offre tanti servizi, clienti entusiasti

Poste Italiane, data l’assidua frequenza con la quale si diffondono tentativi di frode del genere, informa puntualmente i suoi utenti suggerendo consigli utili per proteggere i propri risparmi. La Polizia Postale, lo Sportello dei Diritti e l’Associazione CODICI hanno più volte affrontato il problema invitando tutti a prestare la massima attenzione.