Richard Yu, Chief Executive Officer di Huawei, ha confermato (sorprendentemente) che l’azienda cinese lancerà la sua rinnovata linea di ammiraglie del 2019 Android con il nome “Huawei P30“.

Sebbene il nome in questione sia già stato oggetto di varie dicerie, la decisione del signor Yu di confermarla in modo (apparentemente) casuale rompe ogni dubbio; anche perchè la società deve ancora annunciare la linea Mate 20, la quale – ricordiamo – dovrebbe vedere la luce a metà ottobre. Altresì, il dirigente ha già promesso che la serie P30 supererà Mate 20 in termini di prestazioni e altri aspetti già a IFA 2018 di Berlino, Germania.

 

Il CEO di Huawei conferma Huawei P30: cosa aspettarsi

Il salto in termini di potenza di elaborazione tra il P30 e il Mate 20 non sarà – a nostro avviso – così significativo come quello previsto tra il P20 e il Mate 20, dato il fatto che le prossime due famiglie di punta di Huawei saranno probabilmente caratterizzate dallo stesso processore – Kirin 980 – prodotto dalla sua consociata HiSilicon. Il chip è stato ufficialmente annunciato la scorsa settimana, ed è il primo al mondo prodotto con processo a 7 nm.

Leggi anche:  Huawei presenta NM Card: la nuova nanoSD quasi invisibile

Come affermato in precedenza, Kirin 980 debutterà nel prossimo Mate 20, il quale dovrebbe essere presentato il 18 ottobre. Non mancherà ovviamente l’intelligenza artificiale, una attenzione particolare alle prestazioni in gaming – grazie anche alla tecnologia GPU Turbo – e il supporto alla tecnologia 5G.

Ciò detto, qualora Huawei decidesse di seguire il suo nuovo programma di rilascio dei prodotti stabilito quest’anno, la serie Huawei P30 dovrebbe debuttare verso la fine del primo trimestre del 2019, dopo il Mobile World Congress, presumibilmente per evitare uno scontro diretto con Samsung Galaxy S10.