Samsung ha recentemente depositato un brevetto per un’app che rileva gli aspetti della pelle di un utente utilizzando la fotocamera dello smartphone. L’app mostrata nella domanda di brevetto sembra focalizzata a fornire agli utenti suggerimenti per evitare scottature e altri rischi.

Gli utenti sono ordinati in base alla loro pelle, insieme a considerazioni su problemi di pigmentazione, ferite e altre caratteristiche. La descrizione di Samsung dice che l’app fornirà informazioni su come gestire il tipo specifico di pelle di un soggetto. Inoltre ci saranno informazioni su quale tipo di protezione solare usare, quanto tempo il soggetto può essere esposto al sole e altre informazioni simili. Bisogna scattare una foto di una parte del corpo dell’utente che mostra sia la pelle che la non pelle, come un’unghia o gli occhi dell’utente. L’app capisce cosa sta guardando, quindi confronta la colorazione nelle due parti della foto che sceglie di esaminare per determinare quanto è sana la pelle di un soggetto.

Samsung ci aiuterà a prenderci cura della nostra pelle con il nuovo sistema di rilevamento che introdurrà nella fotocamera

Inoltre, il sistema utilizza anche la fotocamera frontale durante l’uso normale per vedere le anomalie nella pelle, nonché eventuali segni o problemi evidenti con il volto del soggetto. Questa informazione, a sua volta, viene utilizzata per recuperare suggerimenti per l’argomento come sopra descritto. I suggerimenti per la gestione dell’esposizione al sole sono riportati nei disegni dei brevetti come illustrato di seguito. Però lo scopo dell’applicazione può estendersi oltre quello, a giudicare dal linguaggio utilizzato nella descrizione.

Leggi anche:  Samsung A8s: nuovo display Infinity-O e Snapdragon 710

Anche se questa è certamente un’app non convenzionale, non è poi così sorprendente vedere qualcosa di simile su un dispositivo Samsung. L’azienda si è sempre vantata dell’innovazione e offre funzionalità che nessun altro possiede. La tecnologia di apprendimento automatico integrata nei moderni processori mobile consente a Samsung di creare qualcosa di simile. Quindi un sistema in grado di esaminare in dettaglio e di confrontare tali dettagli con quelli noti per raggiungere una classificazione. Data la tempistica del brevetto, se questa applicazione sarà concreta, potrebbe essere implementata nel Galaxy Note 9 o Galaxy S10.