Mediaset PremiumLa crisi di Mediaset Premium a cui stiamo effettivamente assistendo appare essere senza fine. I milioni di consumatori con un contratto attivo non sanno più che fare, l’azienda tenta di rassicurarli garantendo risposte concrete entro il 15 luglio, ma lo scoramento è tale da indurre moltissimi a disdire definitivamente il proprio contratto.

Tempi davvero duri per una delle più importanti realtà italiane in campo televisivo, Mediaset Premium sta attraversando un periodo che, se non verrà prestata la giusta attenzione, potrebbe davvero portarla verso il fallimento definitivo. In seguito alle sconfitte relative all’acquisizione dei diritti televisivi della Champions League e della Serie A, affiancate anche dalla perdita della trasmissione in alta definizione, gli utenti potrebbero trovarsi con una stagione 2018/2019 senza alcuna partita dei campionati che contano.

 

Mediaset Premium in crisi senza fine, tantissimi utenti minacciano la disdetta senza la Serie A

La prospettiva è davvero catastrofica, se così restasse, il futuro riserverà un esodo di abbonati con gravi perdite per la pay TV nostrana. La speranza, tuttavia, è ancora viva nel cuore dell’amministratore delegato e, come tale, cerca di trasmetterla anche ai clienti.

Al momento in cui vi scriviamo sono attive le contrattazioni tra Mediaset Premium ed i detentori dei diritti TV (Sky-Perform), nella speranza di ottenere la ritrasmissione di una parte di partite anche sui canali del digitale terrestre. Le sensazioni sono positive, con buona probabilità si giungerà ad una accordo, comunicazione ufficiale si avrà entro e non oltre il 15 luglio.

Nella remota eventualità in cui Mediaset Premium dovesse restare senza Calcio, dall’azienda fanno sapere che provvederanno a ridurre i prezzi degli abbonamenti, nell’estremo tentativo di perdere il minor numero di clienti possibili.