calcio del futuro
In questo caldo giugno, sono stati inaugurati i Mondiali di Calcio 2018 che stanno avendo luogo in Russia, ma tra le diverse partite, vincite e perdite, c’è qualcuno che sta orchestrando qualcosa di eccezionale.

All’Università di Washington, un gruppo di studiosi si è cimentato nell’idea di visualizzare una partita di calcio su un tavolo, rivoluzionando così l’esperienza dei tifosi. Attraverso questa nuova visualizzazione, si passerebbe da un concetto verticale ad un concetto orizzontale grazie anche all’implementazione degli ologrammi, i quali renderebbero il tutto tridimensionale. 

Utopia? Non proprio! secondo i ricercatori, il tutto sarebbe possibile grazie all’uso di un’intelligenza artificiale. Per essere più tecnici, secondo gli studi svolti, non sarebbe necessario ricoprire gli stadi di punti di ripresa, così come richiede la tecnologia 3D odierna, poiché basterebbe ricostruire l’immagine attraverso un modello bidimensionale.

Una pratica non nuova se si pensa all’approccio che il team di sviluppatori del gioco FIFA ha portato avanti per i propri giochi. Essi, difatti, hanno “allenato” l’intelligenza artificiale al fine di riconoscere situazioni e giocatori. 

Leggi anche:  Samsung presenta One UI, la rivoluzione della propria interfaccia utente

Una volta svolto questo step, nel piano di studio, si passerebbe al secondo, ovvero nella traduzione dei dati in immagini 3D, proiettate sui tavoli e osservabili grazie ad accessori come occhiali 3D per la realtà aumentata -in questo caso, quelli suggeriti sono gli HoloLens di Microsoft-.

Seppure sia un’idea molto avanguardista, per i prossimi mondiali si potrebbe raggiungere l’obiettivo. C’è da sottolineare, però, che saranno necessari molti studi e passi in avanti dato che l’intelligenza artificiale su riportata, non è ancora in grado di riconoscere la palla e non riesce a convertire le partite in diretta ma nonostante questo, con un po’ di impegno, non è una missione impossibile.