ASUS annuncia la nuova scheda madre per il criptominingLa scheda madre Asus H370 Mining Master, con socket LGA1151 e basato sul chipset Intel H370, è progettata per essere utilizzata nei sistemi per l’estrazione di criptomonetaOltre a supportare fino a 20 schede grafiche, il H370 Mining Master ha anche un PCI-Express x16 3.0, tre ATX connettori a 24 pin, un connettore EPS 8 poli e due slot DIMM che supportano fino a 32GB di memoria DDR4.

La nuova scheda madre Asus è dotta anche di due porte SATA da 6 Gbps, sei porte USB 3.0, una porta DVI, una porta HDMI, porte GbE (Intel i219-V) e COM.

Non ci sono ancora informazioni ufficiali sui prezzi, ma la scheda madre H370 Mining Master arriverà nei negozi statunitensi nel terzo trimestre di quest’anno.

 

Imperdibile ASUS

ASUS, quindi, ha lanciato una delle sue prime schede madri compatibili con il mining delle criptovalute basate sulla piattaforma di chipset Intel della serie 300, ora che sono disponibili processori Pentium Gold e Celeron più economici per questa piattaforma. 

H370 Mining Master fa in un modo di risparmiare spazi. È possibile collegare 20 schede grafiche oltre a una 21° scheda nello slot PCI-Express 3.0 x16 della scheda.

Il resto è piuttosto spartano, il che è proprio quello di cui hanno bisogno i criptominer. La presa LGA1151 è alimentata da un semplice VRM a 4 + 2 fasi. L’energia viene ricavata da tre ATX a 24 pin e un EPS a 8 pin. Il socket della CPU è collegato a due slot DIMM DDR4, che supportano fino a 32 GB di memoria a doppio canale, lo slot x16 e il chipset H370 Express. 

La connettività di archiviazione include solo due porte SATA 6 Gbps. Sei porte USB 3.0 (quattro sul pannello posteriore, due tramite le intestazioni) fanno il resto. Le uscite del display includono DVI e HDMI. La connettività include una combo PS/2 e un’intestazione COM seriale. L’audio HD a 6 canali e un’interfaccia 1 GbE, pilotati da un Intel i219-V, completano il quadro. ASUS ha inserito i pulsanti di accensione/ripristino e il display di debug.