comunicazioni mobileLe comunicazioni mobile subiranno un netto miglioramento a causa delle ultime scoperte applicative modulate sulla base degli studi sul grafene. Un materiale versatile, che nella sua ultima implementazione ha consentito di apprezzare la la capacità di generare luce alla terza armonica ottica con efficienza controllabile elettricamente.

In altre parole sarà possibile, in un prossimo futuro, realizzare dispositivi ottici molto complessi e poco ingombranti in grado di trasmettere su banda larga una quantità di dati incredibile, il tutto in modo estremamente veloce ed efficiente.

 

Comunicazioni ultra-veloci grazie al grafene

Proprietà isolanti e superconduttive sono solo due delle caratteristiche che si legano alla natura del grafene, un materiale che presto garantirà un’importante accelerazione nei processi di trasferimento dati a banda larga. Da una ricerca condotta dal Politecnico di Milano in collaborazione con l’University of Cambridge e l’Istituto Italiano di Tecnologia e pubblicata poi su Nature Nanotechnology è emerso che:

Il grafene è un materiale che non finisce mai di sorprenderci, mostrando proprietà straordinarie in ogni campo di applicazione. Questo studio ha mostrato la capacità del grafene di accendersi a comando, generando luce di nuovi colori con una efficienza controllata elettricamente”

Il progetto Graphene Flagship ha fatto un ingente investimento nello studio delle proprietà ottiche del grafene. Questo importante risultato potrebbe portare a nuovi dispositivi per le comunicazioni ottiche che lavorano su un amplissimo intervallo di frequenze, consentendo l’elaborazione e la trasmissione di una grandissima quantità di informazione”

Il processo crea nuovi colori quando il laser interagisce con il grafene che, in diretta conseguenza, genera una terza armonica la cui luce (ad una frequenza ben definita) è il triplo di quella incidente. Produce quindi una luce visibile molto intensa che può essere controllata per stabilire comunicazioni e trasmissioni ad altissima velocità in applicazione ad un campo elettrico.

L’obiettivo, dunque, è fondamentalmente quello di prevedere l’uso futuro del grafene sull’industria del domani e la società europea, in modo tale da fornire un input importante al mondo del lavoro ed alla tecnologia di trasmissione dati sul piano consumer.