Facebook ha deciso di aggiornare e quindi rafforzare il software aziendale Workplace. Ha infatti aggiunto 50 nuove interazioni di applicazioni. Il software è stato lanciato solo nel 2016 e ad oggi è utilizzato da oltre 30 mila aziende.

Alcune delle interazioni di applicazioni sono ServiceNow, Jira Cloud e Microsoft Sharepoint. Pensate che inizialmente Workplace poteva contare solamente sull’interazione di Office 365, Salesforce e OneDrive. Direi che ha fatto in soli due anni un notevole passo in avanti.

 

Facebook integra 50 interazioni di applicazioni sul suo Workplace

In un’intervista, Julien Codorniou di Facebook si è così espresso: “Quello che i clienti ci dicevano era: usiamo Sharepoint, usiamo Okta, usiamo G Suite, usiamo Jira e usiamo Workplace. Perché non fate in modo che queste app lavorino assieme? Questa è la visione dietro le partnership e integrazioni che stiamo annunciando“.

Leggi anche:  HMD Global aggiorna Snake con un gameplay in realtà aumentata: come giocarci su Facebook

Le integrazioni di terze parti sono state richieste molte volte dagli utenti che lo utilizzano e, sono progettate per aiutare gli utenti aziendali ad ottenere molto di più dall’applicazione Workplace. Altre integrazioni fatti sono SurveyMonkey, Cornerstone onDemand, Workday e Smartsheet. Il CIO di Virgin Atlantic, Doc Langford ha anche spiegato che intende collegare Workplace con altre applicazioni aziendali attraverso la sua compagnia aerea.

Il Direttore della ricerca di IDC, Wayne Kurtzman, ha invece dichiarato: “L’integrazione era un’area che Workplace doveva in effetti migliorare e questi annunci dimostrano che Facebook ha ascoltato i propri clienti. Rimane però sempre una domanda: gli utenti si accontenteranno di queste nuove integrazioni o vorranno comunque qualcosa di ancor più profondo e funzionale?“.