Xiaomi ha recentemente aggiornato la sua serie Redmi Note lanciando due nuovi smartphone sul mercato. Basata sul successo dello smartphone Android più venduto in India dell’anno 2017, il Redmi Note 4, la gamma di smartphone appena aggiornata offre alcune caratteristiche  interessanti.Xiaomi aveva introdotto anche la variante Note Pro.

Lo Xiaomi Redmi Note 5 Pro è il primo smartphone ad essere alimentato dalla CPU Snapdragon 636, l’ultimo chipset della serie 600 di Qualcomm. La variante Pro dispone anche di una fotocamera posteriore con doppio obiettivo, una funzionalità che non troverete nella variante standard del Redmi Note 5. Tuttavia, il dispositivo presentava un grosso difetto e sembra che Xiaomi voglia correggere tutti gli errori commessi in precedenza.

Il Redmi Note 5 Pro è equipaggiato con Android 7.1 Nougat con interfaccia MIUI 9. Stando ad alcuni rapporti di Beebom, il Redmi Note 5 Pro è stato avvistato con l’ultima versione di Android 8.1 Oreo al MWC 2018. Inoltre grazie ai colleghi di GizChina è stato possibile scoprire che il Nota 5 Pro monta una versione beta della MIUI 9 globale basata su Android 8.1 Oreo. È stato riferito che Xiaomi sta attualmente reclutando beta tester per Oreo sul Redmi Note 5 e Redmi Note 5 Pro.

Xiaomi potrebbe rilasciare presto Oreo per la sua serie Redmi Note 5

 

Questo indica che Xiaomi potrebbe presto iniziare a rilasciare gli aggiornamenti per i suoi dispositivi. Detto questo diamo un’occhiata a ciò che il Redmi Note 5 Pro offre in termini di design e display. Il device è rilegato chiaramente alla fascia media del mercato. Offre inoltre, un ottimo rapporto schermo-corpo rispetto ai telefoni precedenti rilasciati dalla società. Xiaomi ha preso in prestito elementi di design dai due migliori telefoni disponibili ad oggi sul mercato.

Il Redmi Note 5 Pro sembra un incrocio tra il Google Pixel 2 XL e l’iPhone X. Lo schermo ha un rapporto di forma 18: 9 con angoli arrotondati che ricorda la fascia anteriore del Pixel 2 XL. Per quanto riguarda il pannello posteriore, è impossibile ignorare la somiglianza con l’iPhone X dovuta al posizionamento della fotocamera posteriore verticale con doppia lente nell’angolo in alto a sinistra.