amazon-bankNella sua lettera agli azionisti di due anni fa, il CEO di Amazon Jeff Bezos ha dichiarato di voler collaborare con le banche con l’obiettivo di aiutare la sua azienda ad espandere il suo programma di prestito per le piccole imprese che vendono sui siti web di Amazon.

Amazon Lending, lanciato nel 2011, alla fine ha trovato un partner in Bank of America Merrill Lynch. La partnership con Bank of America consente ad Amazon di ridurre il rischio e accedere al capitale in modo specifico per fornire credito a più commercianti, in modo che possano acquisire l’inventario.

Amazon Lending è un programma solo su invito che rende prestiti da 1.000 a 750.000 dollari, con termini fino a un anno, per le aziende che potrebbero avere difficoltà ad ottenere prestiti commerciali tradizionali. Nel giugno 2017, Amazon ha dichiarato di aver emesso prestiti per oltre 1 miliardo di dollari durante i precedenti 12 mesi, rispetto ai 1,5 miliardi di prestiti combinati per i quattro anni precedenti.

L’accordo con Bank of America

Ma anche con l’accordo con Bank of America, Amazon Lending ha frenato di molto la crescita. Dopo aver quasi raddoppiato a 661 milioni di dollari nel 2016, i prestiti in sospeso sono appena aumentati lo scorso anno a 692 milioni, secondo il rapporto annuale di Amazon diramato all’inizio di questo mese.

Le fonti hanno detto che il creditore di cui si parla negli archivi è Bank of America. I rappresentanti di Amazon e Bank of America, però, non hanno voluto commentare. Amazon Lending non è la migliore scommessa per molte aziende, soprattutto perché la concorrenza emerge da società come PayPal, Square e Kabbage. E le tariffe annuali variano in genere dal 6 al 14 percento.