Le TV di TLC fatte in collaborazione con Roku hanno avuto molto successo quindi non è strano vedere che questo sodalizio continui e che venga portato anche su altri fronti. La nuova sfida delle due aziende non si discosta troppo da quello che hanno fatto finora, diciamo si posta solo di qualche centimetro più in basso rispetto ai televisori. Di fronte alla platea del CES le due aziende hanno presentato una Soundbar.

TCL ROKU Smart Soundbar

Oltre che una mera mossa di mercato per espandere il proprio dominio è anche una sfida diretta contro gli assistenti virtuali di Google e Amazon. Ultimamente è difficili non trovare TV, o qualsiasi apparecchio elettronico da casa, che non sia dotato o di Google Assistant o di Alexa. Il desiderio di Roku è quello che le persone posseggano i suoi set-top box streaming sticks e Roku TV.

Dalle parole delle due compagnie si può estrarre sostanzialmente il voler offrire un controllo vocale senza interruzioni dei dispositivi Roku OS in casa. TCL Roku Smart Soundbar sarà in grado di accendere una TV e di avviare il contenuto video o lo streaming audio appena lo viene richiesto. Questo può avvenire anche se la TV in sé è spenta. I consumatori saranno in grado di utilizzare la propria voce per riprodurre, mettere in pausa e riprendere la musica. Ovviamente tutto questo senza il bisogno di muovere un dito. Saranno anche in grado di cercare ed esplorare una vasta selezione di intrattenimento.

Buone premesse, ma non si sa né il prezzo né la data di uscita e anzi, le immagini forniti potrebbero far vedere un dispositivo esteticamente diverso dal prodotto finale. Già la battaglia degli assistenti virtuali è particolarmente agguerrita, soprattutto ora che Microsoft si è unito al gioco. Se TCL e ROKU aspettano troppo, perderanno troppi clienti.