sony

Sony è in piena crisi nel settore smartphone e per questo il CEO Kazuo Hirai ha intenzione di chiudere questo comparto dell’azienda.

Il CEO di Sony è fortemente convito di separare il comparto smartphone da quello delle TV che sembra essere il solo a dare profitti alla società nipponica che vede solo perdite dal mercato mobile.

Sony abbandona gli smartphone.

sony

Dopo i pc/laptop VAIO ora sembra che la stessa sorte tocchi anche agli smartphone, se effettivamente ci sarà la separazione del settore mobile di Sony dal resto dell’azienda si potrebbero perdere fino a 5000 posti di lavoro.

La presentazione di una nuova serie di dispositivi Xperia a quanto pare non servirebbe a risanare i conti che vedono perdite per 1,9 miliardi di dollari e le intenzioni del CEO sono molto chiare e durante un’intervista rilasciata per la presentazione del film “The Interview”, le sue intenzioni sono state più che palesi.

Leggi anche:  Radiazioni smartphone: la lista degli smartphone con valori SAR più alti

Il manager Sony riconosce che “no business is forever”, ma non è il solo a vedere le cose in tal modo in quanto anche gli analisti affermano che occorrono interventi drastici per salvare il salvabile. Dopo la vendita di Vaio con perdite di migliaia di posti di lavoro un taglio al settore mobile potrebbe portare a circa 10.000 posti di lavoro persi dai lavoratori di Sony.

I dirigenti asiatici molto spesso agiscono e prendono decisioni che non sempre si comprendono e presentare un top di gamma ogni sei mesi non è di certo visto in modo positivo dai clienti che possono perdere fiducia nel marchio, ma a detta di Hirai a pesare è stato soprattutto il confronto con colossi come Samsung ed Apple.

via