Garmin Vivofit 4Essendo abituati ai nostri smartphone, il cui utilizzo massivo e ininterrotto non ne garantisce l’autonomia spesso nemmeno a fine giornata, sentire parlare di un autonomia di un anno potrebbe lasciarci interdetti.

Eppure la Garmin, la società statunitense celebre per i propri dispositivi GPS e, da un po’ di tempo, anche per i “fitness tracker”, aveva già messo in commercio un dispositivo che potesse garantire un uso continuativo per 12 mesi con il predecessore del Vivofit 4, ossia il Vivofit 3. Rispetto ad esso, il Vivofit 4 è di certo più indossabile, essendo meno pesante e più sottile.

All’avvicinarsi della scadenza dei 12 mesi, però, quando le due batterie SR43 cominceranno a dare i primi segni di cedimento, sarà necessario andare a sostituirle per potere assicurare un altro ciclo annuale di funzionamento continuato.

L’eccezionale autonomia del Vivofit 4, però, non è l’unica caratteristica interessante. Come è possibile leggere dal sito Garmin, esso infatti:

  • Non abbandonerà mai il polso del proprietario, essendo indossabile 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Infatti, non solo non necessita di alcuna carica, data la sua autonomia, ma il suo funzionamento è garantito anche in particolari situazioni, come ad esempio il contatto con l’acqua durante la doccia o in piscina (durante le immersioni, il suo funzionamento è garantito fino ad una profondità massima di 5 ATM).
  • Possiede un display a 8 colori con risoluzione di 88×88 pixel, totalmente personalizzabile, retroilluminato e con visibilità garantita anche sotto l’accecante luce del sole.
  • Soddisfa qualsiasi esigenza grazie alla presenza dei suoi widget, che permettono di controllare il meteo della giornata, impostare sveglie giornaliere, timer e conti alla rovescia, e inoltre garantisce il tracking del proprio smartphone in caso di smarrimento.
  • Tiene conto di qualsiasi attività venga effettuata dall’utente, acquisendola e misurandola tramite timer e tenendone traccia continua. È, infatti, la tecnologia “Move IQ” che permette al dispositivo di riconoscere l’attività che si sta effettuando al momento.
  • Possiede il tracking “Plus Motivation”: il dispositivo si comporta da vero e proprio motivatore personale, che esorta l’utente a muoversi nel caso in cui sia stato sedentario per troppo tempo oppure ad effettuare le attività per le quali desidera raggiungere un obiettivo.
  • Permette di seguire le statistiche delle proprie attività: il numero dei passi, le calorie, il sonno, i propri miglioramenti giornalieri, possono essere consultati sull’app Garmin Connect, installabile sugli smartphone Android e iOS che verranno abbinati al dispositivo tramite connessione Bluetooth.
  • Consente di effettuare competizioni con altri possessori di un Vivofit grazie alla modalità “Toe-to-toe”, che conta il numero di passi effettuati.

Il nuovissimo dispositivo Garmin è stato già presentato negli USA. Noi italiani potremmo trovarlo nei negozi soltanto tra alcune settimane (anche se attualmente è ottenibile tramite acquisto su Amazon). Sarà a disposizione in una varia gamma di colori: nero, bianco, e nero a spruzzi verde fluorescente, con cinturini intercambiabili che avranno un costo di soli 19,99 euro. Nonostante le elevatissime prestazioni, il prezzo abbordabile lo renderà di certo appetitoso per gli sportivi moderati: soli 79,99 euro.