whatsapp telegramTelegram è un servizio di messaggistica istantanea lanciato sul mercato nell’Agosto 2013 dai fratelli Nikolai e Pavel Durov. La nuova arrivata non teme assolutamente il confronto con la regina indiscussa delle app di messaggistica, Whatsapp, creazione di Mark Zuckeberg. Vediamo da vicino perché Telegram è destinata a vincere la sfida con Whatsapp:

  • Il servizio è totalmente gratuito.
  • Facilità di utilizzo. Per installare Whatsapp cosa ci serve? Vediamo.. un account, un nickname, una password, decisamente troppi dati da ricordare e molti passaggi da fare per chi ha la memoria corta e poca manualità con gli smartphone. L’installazione di Telegram, invece, richiede poche e semplici mosse: dopo aver scaricato l’applicazione, infatti, è sufficiente inserire il proprio numero di telefono e il gioco è fatto!
  • Disponibilità su più piattaforme. Il vostro smartphone ha smesso di funzionare e voi non sapete come mettervi in contatto con i vostri amici? Telegram vi permette di rimanere in contatto con tutti i vostri amici e di messaggiare con loro non solo da smartphone, ma anche da tablet senza avere necessariamente la vostra SIM all’interno. Come? Basta associare a Telegram un nome utente, aver scaricato sul proprio tablet o sul proprio computer l’applicazione e aver digitato il codice di conferma. Cosi facendo i dispositivi saranno sincronizzati e voi potrete continuare a inviare e a ricevere messaggi dal proprio smartphone come dal proprio tablet o computer secondo le vostre comodità. Già, è proprio vero, esiste una versione di Telegram per telefoni, una per i tablet e una per i computer. Pertanto, l’applicazione è particolarmente adatta a tutti colori che spesso e volentieri cambiano il proprio telefono, o per i più distratti che lo rompono facilmente. Una sincronizzazione del genere per Whatsapp, ahimè, se la sogna! Ogni qual volta decidiamo di cambiare dispositivo dobbiamo effettuare una nuova registrazione. Un po’ noioso come procedimento! Per di più, per utilizzare Whatsapp su tablet è necessario che il telefono sia acceso e sia connesso ad internet.. ma nel caso in cui perdessimo il nostro smartphone come faremmo a contattare i nostri amici?
  • Invio di file multimediali senza limiti. Come sappiamo sia Whatsapp che Telegram permettono l’invio di file multimediali quali foto, video, file musicali e non solo, perché ultimamente è possibile allegare anche la propria posizione attuale, i contatti e i documenti. La differenza sostanziale però sta nel fatto che Whatsapp consente l’invio fino ad un massimo di 16 Mb mentre Telegram, tenetevi forte…fino a 1,5 Gb. Non c’è confronto! Con Whatsapp, in alcuni casi può essere addirittura necessario comprimere il file per inviarlo, tutto ciò, ovviamente, a discapito della qualità delle nostre foto. Che spreco utilizzare fotocamere con 20 MP di risoluzione se poi inviamo queste foto su Whatsapp! Pensateci amanti della fotografia 😉
  • Sicurezza a livelli spaziali. Chi mantiene un segreto meglio di Telegram? Nessuno. per Telegram le parole d’ordine sono sicurezza e privacy dei proprio utenti. La leggenda narra che il team di Telegram ha messo in palio inizialmente 200.000 dollari, che poi sono diventati 300.000 come ricompensa per chiunque fosse stato in grado di decriptare un messaggio inviato con questo servizio. Tutt’ora nessuno è ancora riuscito in questa difficile, se non impossibile, impresa! Tutto ciò a conferma del fatto che Telegram mantiene il primato dell’app di messaggistica indubbiamente più sicura al mondo. Inoltre, per evitare che chiunque vicino a noi possa sbirciare nel nostro telefono al suono di un messaggio, Telegram non ha l’anteprima di testo per le chat segrete. D’altra parte, anche in questo caso, Whatsapp non regge il confronto. Infatti, è stata addirittura messa a punto un’app, di cui non vi sveliamo ovviamente il nome, che permette di visualizzare non sono il testo del messaggio inviato con Whatsapp ma anche eventuali allegati come foto e video, a patto che i due dispositivi siano collegati alla stessa rete Wifi, libera dalle protezioni di accesso. Tuttavia, di recente, l’app ha migliorato questo suo lato introducendo la cittografia end-to-end nelle proprie chat.
  • I superguppi. State organizzando una festa di compleanno a sorpresa per la vostra migliore amica e volete invitare tantissima gente? Per contattare tutti gli invitati con Telegram potete creare un supergruppo e chattare contemporaneamente con 1000 utenti. E’ vero, anche Whatsapp permette la creazione dei gruppi ma possono essere inclusi fino a 250 utenti. Pochi per una festa di compleanno vero?
  • Le emoji. A volte le parole non bastano a esprimere il proprio stato d’animo ma è per questo che sono state inventate le emoji, faccine e simboli che permettono a coloro che scrivono di esprimere i propri stati d’animo in svariate occasioni. Oltre alle emoji classiche, Telegram ha inserito anche gli stickers, dove sono i vostri idoli a descrivere le vostre emozioni. Se siete tristi potete esprimervi con una Audrey Hepburn, se siete arrabbiati c’è Dante Alighieri e se volete festeggiare un traguardo c’è un grandioso Freddy Mercury. E per dare ai propri utenti ancora di più la possibilità di divertirsi chattando, Telegram ha aggiunto una nuova funzionalità, quella di creare stick personalizzati: per farlo basta semplicemente caricare un’immagine e associarla ad un’emoji. Se un vostro amico vi ha inviato uno sticker che vi piace potete salvarlo cliccandoci sopra. Se siete amanti delle cosiddette GIF che non sono altro che immagini animate, con Telegram potete crearne addirittura una per voi stessi. Tra le nuove funzionalità, molto interessante è quella che consente l’apertura di un canale di comunicazione, simile ad un blog, dove ogni utente può condividere con altri aggiornamenti di qualsiasi tipo senza, però, ricevere risposte da essi. La vera genialata sapete qual è? L’introduzione dei bot , ovvero programmi che attivano funzioni. Volete guardare un film al cinema stasera? E’ domenica e volete fare un giro al museo? Volete condividere con la vostra coinquilina la lista della spesa? Telegram permette tutto ciò. Basta scegliere il bot che vi interessa, aggiungerlo come fareste co un contatto in rubrica e chattarci. Così facendo troverete il museo o il cinema più vicino a voi o, addirittura, per i malati di shopping, potete scoprire il prezzo del vostro articolo preferito su Amazon e tracciare il pacco che state aspettando con ansia.
Leggi anche:  WhatsApp, da oggi sarà utilizzabile anche sulla vostra tv: ecco come

Quelle che abbiamo elencato sono le caratteristiche principali di questa app che, con buone ragioni è destinata a diventare il futuro delle app di messaggistica istantanea, sopprimendo la concorrente Whatsapp che ormai ne rappresenta il passato o, ancora per poco, il presente.  E’ un servizio totalmente gratuito e adatto a tutti i tipi di utenti: ai più giovani, a coloro i quali utilizzano lo smartphone per lavoro o a chi semplicemente per rimanere in contatto con i propri amici perché facile, intuitivo, veloce, permette di chattare divertendosi e in sicurezza. Insomma.. non vi resta che avvisare i vostri amici e scaricare Telegram!