whatsappWhatsapp è ormai una delle applicazioni più diffuse e utilizzate. Oltre 60 miliardi di messaggi al giorno vengono inviati in tutto il mondo. E’ facile che, chattando o rileggendo conversazioni, si possa cancellare qualche messaggio per sbaglio. Non bisogna disperare: Whatsapp esegue backup di tutte le nostre chat quotidianamente. Il backup verrà salvato nella memoria interna del telefono o online su Google Drive.
Affinchè un messaggio possa essere recuperato, è necessario che la data di invio/ricezione del messaggio cancellato sia antecedente a uno dei backup effettuati. Quindi è importante sottolineare che se il messaggio cancellato sia particolarmente recente (questione di poche ore), è probabile che non possa essere recuperato in quanto ancora deve essere salvato in un backup: essi vengono effettuati alle 02:00 in modo da non interferire con le nostre attività su Whatsapp durante la giornata.

Il procedimento per recuperare i messaggi varia a seconda che utilizziate Android, iPhone o un Windows phone. Di seguito illustreremo i tre procedimenti.

Whatsapp, recuperare le conversazioni su Android

A seconda delle nostre esigenze, ci sono due opzioni per recuperare i messaggi cancellati. Il metodo più semplice è quello del ripristino da Google Drive: basta disinstallare e reinstallare Whatsapp. Una volta avviata l’applicazione, comparirà un messaggio che avverte di aver trovato un backup e a quel punto basterà selezionare “Ripristina”.
Il vantaggio di questo metodo è che sarà efficace su qualunque telefono a cui associamo il nostro account su Google Drive, non solo quello su cui abbiamo creato il backup.

Attraverso il procedimento appena illustrato, possiamo recuperare i messaggi dall’ultimo backup effettuato.
Potrebbe essere necessario ripristinare messaggi da un backup precedente, ad esempio, se l’ultimo backup viene eseguito dopo che il messaggio di nostro interesse è stato cancellato.
In questo caso non possiamo affidarci al ripristino di Google Drive, dovremo utilizzare uno dei backup meno recenti, contenenti il messaggio cancellato, salvati nella memoria del nostro telefono.

Leggi anche: Come spiare Whatsapp, i migliori trucchi

La prima cosa da fare, è assicurarci di avere un file manager installato. Esso ci permetterà di visualizzare tutti i file e le cartelle presenti nella memoria del nostro telefono.
A questo punto:

  • Avviamo il file manager e apriamo la cartella denominata “Whatsapp” e selezioniamo “Databases”
  • Troveremo alcuni file chiamati msgstore-[data].1.db.crypt12, dove al posto di [data] sarà scritta la data in cui è stato effettuato quel backup, e un solo file chiamato db.crypt12, esso rappresenta invece l’ultimo backup.
  • Cancelliamo il file dell’ultimo backup, dato che esso non contiene il messaggio cancellato.
  • Selezioniamo un backup più vecchio e rinominiamolo “db.crypt12”.
  • Disinstalliamo Whatsapp. Se compare un messaggio del file manager che chiede di poter cancellare i file dell’applicazione, selezionare “Annulla”.
  • Colleghiamoci alla pagina del seguente link: https://myaccount.google.com/permissions
    Potrebbe essere necessario fare il login. Una volta effettuato, rimuovere Whatsapp dalle applicazioni che hanno accesso a Google Drive. In questo modo, quando tenteremo il ripristino, Whatsapp sarà costretto a farlo dalla memoria del telefono.
  • Reinstalliamo Whatsapp, verrà trovato un file di backup e ci verrà chiesto se ripristinare le chat. Selezionare “Ripristina” e il procedimento è finito!

Whatsapp, recuperare le conversazioni su iPhone

A differenza di quanto accade su Android, i file di backup vengono salvati solo online, su iCloud, quotidianamente, settimanalmente o mensilmente. Non sarà quindi possibile scegliere la data del ripristino.
Possiamo visualizzare la data dell’ultimo backup effettuato aprendo Whatsapp, selezioniamo poi “Chat” e “Backup delle chat”.

Per ripristinare i messaggi sarà sufficiente disinstallare e reinstallare Whatsapp, seguire la procedura di configurazione iniziale finché l’applicazione non rileverà il backup su iCloud. A quel punto, selezioniamo “Ripristina cronologia chat”.
Quest’operazione potrà essere effettuata su qualsiasi iPhone associato allo stesso numero e lo stesso ID Apple dell’iPhone su cui è stato generato il backup da ripristinare.

Nel caso in cui questo procedimento si riveli inefficace, non ci resta altro che ripristinare l’iPhone da iTunes per riportare Whatsapp a uno stato precedente. Purtroppo però questo metodo non offre alcuna certezza sul suo effettivo successo.
Se si sceglie questa strada, dovremo aver creato un backup dell’iPhone sul computer in una data precedente all’eliminazione dei messaggi, ma successiva alla loro creazione. A questo punto, basterà utilizzare la funzione di ripristino del telefono. Per salvare dati, impostazioni e app del tuo iPhone sul computer bisogna usare iTunes, il software multimediale di Apple che sui Mac viene fornito “di serie” mentre su Windows è disponibile sotto forma di programma separato. Ora non ti resta che collegare l’iPhone al computer usando il cavo Lightning/Dock in dotazione e aspettare che iTunes si avvii automaticamente. A questo punto, clicca sull’icona dell’iPhone che compare in alto a sinistra nella finestra principale di iTunes e comincia con le operazioni di backup.

Selezioniamo la voce “Trasferisci acquisti da iPhone” dal menu File > Dispositivi in modo da copiare sul computer tutte le applicazioni e i contenuti multimediali acquistati dall’iPhone.

Ad operazione completata (ci potrebbe volere qualche minuto), puoi precedere con il backup vero e proprio del tuo telefono. Selezioniamo quindi la voce Riepilogo dalla barra laterale di iTunes, mettiamo il segno di spunta accanto alla voce Codifica backup iTunes e imposta la password con cui cifrare il backup del tuo iPhone (altrimenti non potrai salvare le informazioni relative alla salute e ad Homekit, quindi alle app di domotica).

Superato anche questo step, pigia sul pulsante Effettua backup adesso di iTunes e attendiamo.

Whatsapp, recuperare le conversazioni su Windows Phone

Con un Windows Phone ci troveremo davanti a un situazione ancora diversa, in quanto i file di backup vengono salvati esclusivamente nella memoria del telefono.

Verifichiamo prima che il backup sia effettivamente utile, andando a leggere la data e l’orario in cui è stato fatto: apriamo Whatsapp sul nostro telefono, selezioniamo (…) in basso a destra, poi “Impostazioni” e “Chat e chiamate”. Troveremo la data del backup sotto la dicitura “backup”.
Ricordiamo che è necessario, per ripristinare il messaggio cancellato, che il backup sia stato effettuato dopo l’invio/ricezione del messaggio ma prima della cancellazione.

Una volta che ci siamo assicurati della validità del ripristino, disinstalliamo Whatsapp selezionando “rimuovi” tenendo premuto sull’icona di Whatsapp, icona che troveremo nella lista di tutte le applicazioni installate sul telefono. Dopodiché apriamo il Windows Phone Store e reinstalliamo Whatsapp.
Ci sarà prima una procedura di configurazione iniziale, al termine della quale verrà trovato un file di backup, selezioniamo infine “Ripristina”.
Quest’operazione si può effettuare anche su un altro Windows Phone associato allo stesso numero del telefono su cui è stato generato il backup, a patto che entrambi abbiano la memoria espandibile e che si trasferisca la microSD dal dispositivo di origine a quello di destinazione.

In generale, se i messaggi cancellati contenevano foto, video o altri elementi multimediali, esistono numerose semplici applicazioni che si possono utilizzare. Fattore determinante è il tempo che intercorre da quando abbiamo cancellato le foto o i video a quando ne tentiamo il ripristino.