WhatsApp

Al giorno d’oggi la sicurezza non è mai troppa e la prudenza è uno degli optional che ogni utente in possesso di uno smartphone dovrebbe custodire.

C’è però sempre un modo per trasformarsi in perfette spie da smartphone e scoprire i segreti celati fra le righe dei vari messaggi delle applicazioni. Uno dei più bramati in assoluto è di sicuro il metodo per spiare quelli che sono i messaggi dell’app di messaggistica istantanea più famosa al mondo.

Esatto, stiamo parlando proprio di WhatsApp, applicazione regina in tutti gli store mondiali che rappresenta la base di ogni smartphone dotato di connessione dati.

Ecco i metodi più semplici per spiare le conversazioni

E’ d’obbligo partire col dire che il nuovo sistema di crittografia end-to-end incluso in WhatsApp fa sì che il tutto diventi più difficile, evitando determinati tipi di azioni.

WhatsApp Web

Come in molti ben sanno, WhatsApp Web rappresenta la piattaforma per PC che consente di riprodurre l’intera app di WhatsApp sul proprio computer. Il tutto funziona semplicemente aprendo il sito di riferimento, scansionando in seguito, con il proprio smartphone mediante l’app di WhatsApp, il QR Code che apparirà sul PC.

WhatsApp

Fatto ciò, spuntando l’opzione “Resta connesso“, si avrà accesso all’app sul PC senza essere mai disconnessi fino a nuovo ordine. Proprio in questa operazione potrebbe esserci la chiave per spiare il tutto; infatti, basterà aprire il sito per WhatsApp Web sul proprio smartphone in modalità desktop, in modo tale che appaia anche lì il QR Code sopra citato.

Fatto ciò, sfruttando un momento di disattenzione, bisognerà prendere il telefono della “vittima” e scansionare mediante il suo profilo WhatsApp il Code sul proprio smartphone in modalità desktop. Ed il gioco sarà fatto! Mediante il browser si potrà aprire il profilo di un’altra persona direttamente sul proprio dispositivo.

Ovviamente se la spia si trova in possesso di un PC, eviterà di dover effettuare l’operazione con lo smartphone.

 Applicazione iKeyMonitor

L’applicazione in questione, rappresenta uno dei metodi più utilizzati per spiare un cellulare. E’ disponibile sia per Android che per iOS e permette di tenere in costante monitoraggio tutte le app che consentono lo scambio di messaggi tra gli utenti. Addirittura registrerà anche le note vocali, e tutto ciò che viene digitato tramite la tastiera.

WhatsApp

Il primo passo da fare è installare iKeyMonitor mediante l’apk su Android o mediante Cydia su un dispositivo Apple in possesso di Jailbreak, il tutto sullo smartphone da spiare. Fatto questo, si accederà al dashboard principale mediante l’indirizzo localhost:8888 digitato sul proprio smartphone , dove sarà possibile settare la password che blocca l’accesso all’app.

WhatsApp

Effettuata tale operazione, ecco tutte le feature disponibili:

  • Call History: che consente di spiare le chiamate effettuate e ricevute;
  • Chats: che consentirà di spiare i messaggi delle app social e messaggistica istantanea;
  • App Block: che permetterà di bloccare l’accesso alle app a scelta;
  • Keystrokes: per venire a conoscenza di tutte le parole digitate sulla tastiera.

L’unico neo di quest’app è che è gratuita per i primi tre giorni, dopo i quali bisognerà sottoscrivere un abbonamento di 2,99€ al mese per ogni contatto spiato.