Scandalo backdoor Android
Scandalo backdoor Android, arriva il comunicato ufficiale ZTE

Scandalo backdoor Android. Alcuni giorni dopo il caso che ha destato scalpore e che ha sconvolto gli utenti di tutto il mondo, una delle società coinvolte nella vicenda, l’azienda cinese ZTE, ha rilasciato il suo primo comunicato ufficiale per la stampa dedicato al mercato italiano.

La società cinese ZTE è una delle più grandi aziende produttrici di dispositivi tecnologici e telecomunicazione del mondo, e sicuramente sarà nota ai più grazie all’ottimo rapporto qualità/prezzo degli smartphone commercializzati. Il gruppo, però, durante i giorni scorsi è stato oggetto di pesanti critiche ed accuse, mosse contro la sicurezza dei propri device. In particolar modo, si parlerebbe di presunte backdoor (porte nascoste agli occhi dell’utente) con le quali malintenzionati potrebbero sottrarre dati sensibili e controllare le azioni degli utenti.

Scandalo backdoor Android, le parole del comunicato ufficiale

Nel comunicato per la stampa è possibile leggere: «Abbiamo condotto un’indagine approfondita e possiamo confermare che nessun dispositivo ZTE in Italia è interessato dalla questione citata nei recenti articoli. La sicurezza e la privacy dei propri clienti rappresentano una priorità assoluta di ZTE.  Continueremo a garantire la privacy e la protezione dei dati dei nostri clienti.»

L’azienda, dunque, ha tenuto a precisare l’assenza totale di un suo coinvolgimento o di eventuali rischi per gli utenti, per lo meno sul mercato italiano. La stessa ha, inoltre, espresso tutto il suo impegno affinché casi del genere possano essere evitati in futuro e non vadano ad intaccare la privacy dei propri clienti.

La situazione, attualmente, sembra aver subito un forte ridimensionamento sia nella gravità che nella diffusione di questo genere di strumenti maligni a livello mondiale. Staremo a vedere se anche le altre società coinvolte rilasceranno dichiarazioni ufficiali nelle prossime ore. Per ulteriori informazioni e novità sulla vicenda, come sempre, vi invitiamo a restare connessi su TecnoAndroid.it!