Blackberry Priv, attuale top gamma dell'azienda canadese
Blackberry Priv, attuale top gamma dell’azienda canadese

Non è un mistero che Blackberry stia vivendo un momento complicato da un punto di vista finanziario, nonostante lo scorso anno abbia impresso una svolta al proprio catalogo prodotti abbracciando Android ed abbandonando definitivamente Blackberry OS. Le vendite però faticano a decollare, per cui cerchiamo di scoprire insieme le strategie future dell’azienda canadese.

Blackberry Priv, attuale top gamma Blackberry, non ha riscosso il successo sperato, complice una politica di prezzi e di distribuzione assolutamente rivedibile, nonostante la qualità del prodotto sia indiscussa. Blackberry ha dunque compreso la difficoltà nel ritagliarsi una fetta di mercato nella fascia alta, dopo la concorrenza è davvero spietata ed i competitors offrono dispositivi che hanno già un seguito dalle generazioni precedenti. Per tale ragione, l’azienda canadese si concentrerà sulla fascia media e sulla fascia bassa, dove i margini per una buona riuscita sono decisamente maggiori.

A confermare questa strategia è lo stesso CEO John Chen, che ha annunciato che l’azienda è a lavoro su due nuovi smartphone Android appartenenti appunto alla fascia media, senza però fornire ulteriori dettagli relativamente alle caratteristiche tecniche o alle tempistiche di commercializzazione. In ogni caso, è evidente che si debba in qualche modo imprimere una svolta all’attuale strategia, rivelatasi fino ad oggi insufficiente per risollevarsi dalla difficile situazione finanziaria.

Leggi anche:  Vorke Z6: recensione TV Box con 3 GB RAM e 32 GB ROM a 87€

Non ci resta che attendere mosse ufficiali da parte dell’azienda canadese, con i due nuovi smartphone Android che potrebbero essere presentati in occasione dell’IFA di Berlino che si terrà a settembre, la giusta vetrina con la quale tentare di rilanciarsi.