Xiaomi
Xiaomi sta per presentare il phablet Mi Max.

Xiaomi Mi Max sarà senza ombra di dubbio uno dei phablet più interessanti dei prossimi mesi. La presentazione del nuovo modello è davvero imminente. Nel frattempo, l’ente di certificazione cinese TENAA mostra le sue specifiche tecniche.

Conosciuto anche con la semplice denominazione di MaxXiaomi Mi Max è molto atteso dai potenziali clienti grazie ad una scheda tecnica che lascia presagire diverse sorprese positive. Il prodotto potrebbe uscire in due varianti che si differenzieranno in base ai materiali e alle relative specifiche. Alla sua presentazione ufficiale mancano ormai soltanto cinque giorni e i vari misteri stanno per essere svelati.

La conferma arriva direttamente dalla Cina. Il modello è stato infatti certificato dall’ente TENAA, sempre pronto a mostrare gli smartphone di tutto il mondo. La scheda tecnica di Mi Max prevede diversi particolari interessanti, tra i quali la conferma del corpo in metallo e la presenza dell’utile sensore per il riconoscimento delle impronte digitali.

La scheda tecnica di Xiaomi Mi Max

È giunto il momento di scoprire tutti i segreti di Mi Max, super-phablet del marchio cinese:

  • Display da 6,4 pollici con risoluzione Full HD da 1080 x 1920 pixel;
  • Processore Qualcomm Snapdragon 650 da sei core con clock a 1,4 GHz;
  • Scheda grafica Adreno 510;
  • RAM di 2/3 GB;
  • Storage interno di 16/32 GB;
  • Fotocamera posteriore da 16 megapixel;
  • Fotocamera frontale da 5 megapixel;
  • Batteria interna non removibile da 4000 mAh;
  • Sistema operativo Android 6.0.1 Marshmallow;
  • Interfaccia utente MIUI 8.

Su cosa punta maggiormente Xiaomi Mi Max? Sicuramente sulle dimensioni a metà strada tra uno smartphone e un tablet di medio rango. A tutto questo vanno affiancati un buonissimo comparto hardware, il sistema operativo più innovativo sul mercato e un’ampia autonomia garantita da una batteria dall’elevata capacità.

Per fugare ogni dubbio residuo si dovrà attendere soltanto fino al 10 maggio, giorno della presentazione ufficiale del terminale sviluppato nell’azienda di Pechino. Ancora non si hanno certezze sui prezzi, anche se si parla di circa 175 euro per la variante di base. Nel frattempo, potete dare una prima occhiata alle foto pubblicate da TENAA.