DeepArt
DeepArt, il sito per trasformare qualsiasi fotografia in un capolavoro della pittura

DeepArt è un servizio online gratuito, basato sull’intelligenza artificiale, che permette di trasformare una qualsiasi fotografia in un fantastico dipinto. Grazie ad esso è possibile applicare sulle proprie immagini lo stile di un van Gogh, di un Cézanne, di un Delacroix, di un Warhol o di un Picasso.

Dopo aver parlato della funzione nascosta di Facebook ed Instagram che permette di scaricare qualsiasi fotografia presente sul social network in formato ASCII in bianco e nero, ecco che arriva DeepArt, sito web per trasformare gratuitamente le proprie fotografie in splendidi dipinti. L’algoritmo della piattaforma in linea, sviluppato da Lukasz Kidzinski, ricercatore presso il Politecnico federale di Losanna in Svizzera, è capace di elaborare tutti gli elementi principali di un’immagine per riprodurli ispirandosi a capolavori di grandi pittori della storia.

Come usufruire di DeepArt

Per poter godere del nuovo servizio è sufficiente:

  • Collegarsi al sito ufficiale (https://goo.gl/X2LL2V), tramite un computer o un semplice smartphone/tablet;
  • Caricare l’immagine che si desidera trasformare (un paesaggio, un ritratto, il proprio animale preferito, ecc.);
  • Selezionare lo stile di pittura preferito dai modelli predefiniti, oppure caricare la foto di un qualsiasi dipinto.

Una volta terminato l’intero processo, il sito necessita di circa 24 ore abbondanti per produrre un’immagine della risoluzione di 500 x 500 pixels. Se non si desidera attendere così tanto tempo, però, vi è la possibilità di godere della fotografia rielaborata in una decina di minuti, pagando la somma di 2 euro.

Leggi anche:  Huawei Mate 10 Lite, vi mostriamo una prima foto reale del dispositivo

Per tutti coloro, invece, che desiderano ottenere un risultato in alta definizione è possibile ottenere un’immagine con risoluzione di 1300 x 1300 pixels a 19 euro, oppure un’immagine con risoluzione di 3000 x 3000 pixels a 149 euro. Infine, per i più scettici circa l’eccellente servizio, vi è perfino un test di Turing (http://goo.gl/5vx8ZA), che propone di distinguere le immagini di veri dipinti e quelle create da DeepArt.

DeepArt
DeepArt, esempio di fotografia modificata

Sempre secondo l’ideatore del servizio, inoltre, l’enorme tempo di attesa per ricevere direttamente sulla propria casella di posta elettronica l’immagine realizzata, è dovuto agli elevati requisiti minimi necessari per il suo funzionamento. Il sito, infatti, necessita di un server dotato di un processore grafico dalle alte prestazioni “Nvidia Tesla K40” ed una memoria dedicata di ben 12 GB.

Dunque, per il momento è impensabile che esso possa funzionare direttamente su uno smartphone, tuttavia, non è escluso che in futuro, un’applicazione che usufruisca del servizio online, possa fare il suo ingresso in scena sui vari store. Per tutti gli amanti della fotografia professionale, comunque, è disponibile al download gratuito un ottimo software di fotoritocco, “regalato” da Google.