Nintendo
Nintendo, l’app Miitomo diventa un cartone animato giapponese

Nintendo ha lanciato la settimana scorsa, per precisione il 17 marzo scorso, il suo primo applicativo per smartphone Android ed iOS: “Miitomo”. L’app sviluppata esclusivamente per il mercato giapponese è stata un successo, con più di 1 milione di download tra le varie piattaforme. Un risultato entusiasmante anche per il mercato borsistico, che ha visto un incremento del titolo superiore all’8%.

Ad inizio della scorsa settimana vi avevamo parlato dell’intenzione di Nintendo di entrare a far parte del mondo dei giochi e degli applicativi per i dispositivi mobili. Non avremmo mai creduto però che, a distanza di qualche giorno, il successo ottenuto dal primo applicativo della casa giapponese potesse essere tanto grande e capace di superare ogni aspettativa.

L’app offerta gratuitamente in Giappone sul Google Play Store e sull’App Store, è stata già scaricata oltre un milione di volte in totale tra le varie piattaforme, diventando la prima applicazione sullo store ufficiale di Apple e superando il servizio di messaggistica istantanea “Line”.

I presupposti per un buon successo, vi sono anche in Europa. L’applicativo, infatti, sebbene molto semplice e riprendente altri programmi già conosciuti dagli utenti, ha un’interfaccia veramente “user friendly” e gli avatar che è possibile creare assomigliano molto ai già famosi e diffusi personaggi “Wii”.

Ricordiamo che, una volta realizzato il proprio “io” virtuale, l’applicazione permette lo scambio di messaggi ed immagini con i propri amici. Inoltre, ogni interazione con l’app apporta dei “Miitomo Coins“, utili per poter arricchire e personalizzare al massimo il nostro avatar virtuale. Come dichiarato da Filippo Ghisolfi, analista di Nintendo Europa, dunque: « Si tratta di un’applicazione di comunicazione con cui sarà possibile apprendere cose che non si conoscono dei nostri amici ».

Il lancio nel resto del mondo

Nintendo ha comunicato che l’applicativo sarà, nel giro di qualche giorno, disponibile nel resto del mondo e, di conseguenza, anche in Italia. Ora bisognerà capire se il successo ottenuto in Giappone potrà essere bissato anche nel vecchio continente e se, soprattutto, gli utenti sapranno apprezzare la strategia di Nintendo, come ha fatto la borsa di Tokyo che ha visto incrementare il valore delle azioni del titolo dell’8,35%.