Umi lancia una super offerta in vista della primavera. Ben 30 dollari di sconto su tutti i suoi dispositivi che adesso si possono comprare a prezzi davvero stracciati. Si parte dai 59,99 dollari per il device entry level, fino ad arrivare ai 159,99 dollari per il top di gamma. L’azienda, è uno dei produttori di smartphone cinesi più in voga  e ricercati del momento. Grazie, soprattutto, ai prezzi super competitivi e alla buona qualità complessiva, sta riuscendo nell’impresa di ritagliarsi un importante fetta di mercato all’interno di un comparto tecnologico competitivo come quello degli smartphone.

UMi
UMi – L’azienda cinese propone i suoi smartphone a prezzi ancor più stracciati grazie ad uno sconto di 30 dollari

I telefoni cinesi, venduti a prezzi bassissimi, stanno avendo un successo straordinario anche nel nostro paese. Complice il grande miglioramento qualitativo e costruttivo, sono diventati dei prodotti degni di nota che possono dar del filo da torcere alle compagnie più famose dell’ hi-tech. Il tempo in cui gli asiatici erano solo degli emulatori fa parte del passato. Oggi, aziende come Xiaomi e Huawei hanno dimostrato che la cina è pronta al salto di qualità, offrendo smartphone con un rapporto qualità-prezzo eccezionale. Proprio in quest’ottica lo sconto di ben 30 dollari da parte di UMi è ancora più allettante. In questo modo potremo accaparrarci telefoni con schede tecniche eccezionali a prezzi bassissimi. Quindi, per capire se potrebbe essere davvero un affare, conosciamo meglio Umi e i suoi smartphone:

UMi Rome X – Quad core per soli 59,99 dollari

Umi Rome ha un design molto accattivante che, soprattutto sulla parte posteriore potrebbe ricordare il Galaxy Note 5.  Dispone di un processore quad-core, accoppiato con 1 GB di RAM che rendono il dispositivo abbastanza reattivo e capace di sostenere l’utilizzo quotidiano della maggior parte degli utenti. Inoltre, l’ampio display da 5,5 pollici e una scocca in metallo, regalano una buona sensazione sia al tatto che alla vista. Solitamente può essere acquistato per 74,99 dollari ma, grazie allo sconto di 30 dollari può essere vostro a soli 59,99 dollari. A questo prezzo è un vero best-buy da non lasciarsi sfuggire.

UMi Rome – Octa core a 109,99 dollari

Leggi anche:  Recensione UMIDIGI G, l'iPhone Android a meno di 100€

Questo dispositivo, si differenzia dal precedente, grazie ad un processore più potente e una RAM più grande. Infatti, l’Umi Rome è dotato di un octa core, affiancato da ben 3 GB di RAM. Queste caratteristiche hardware, un display con tecnologia AMOLED, e caratteristiche come la connessione USB di tipo C, rendono vantaggioso il prezzo di 109,99 dollari.

Umi eMAX Mini – Processore Snapdragon per 129,99 dollari

Uno dei più recenti dispositivi dell’azienda cinese, possiede un processore Qualcomm Snapdragon che difficilmente si trova su prodotti asiatici. Esteticamente, l’Umi eMAX Mini si presenta con un design slanciato, decisamente comodo per l’impugnatura e l’utilizzo soprattutto per chi non ama i phablet. Infatti, lo schermo Full HD da 5 pollici e il buon grip della back cover, rendono lo smartphone particolarmente maneggevole. Inoltre i 2 GB di RAM, la fotocamera Sony da 13 MP, la batteria da 3050 mAh e Android Lollipop, fanno sì che l’eMAX Mini sia super vantaggioso se acquistato tramite sconto per 129,99 dollari.

Umi Iron Pro – Top di gamma a 159,99 dollari

Il design semplice ed elegante sono la cornice perfetta per uno smartphone che incorpora caratteristiche da vero telefono di fascia alta. Questo device merita una menzione speciale per la sicurezza. Infatti, possiede ben tre livelli di protezione: il lettore di impronte digitali, il riconoscimento facciale e la scansione della retina. In questo modo potremo tenere i nostri dati al sicuro. Completano il vantaggioso dispositivo una RAM da 3GB, uno schermo Full HD da 5,5 pollici e e una connessione USB di tipo C. Tutto per 159.99 dollari in promozione.

Conclusioni

I prezzi super bassi e la buona dotazione hardware sono delle buone ragioni per acquistare questi smartphone, tuttavia, rimane il dubbio sull’ottimizzazione software che, talvolta può essere persino più importante della semplice scheda tecnica. Insomma, chissà se anche questa volta, varrà il vecchio detto popolare “come spendi mangi”. A voi, cari lettori, l’ardua sentenza.