tecnologie hi-tech

Le tendenze hi-tech per il 2016. Se già ne abbiamo avuto un assaggio nel corso del Ces di Las Vegas, è pur vero che la tecnologia è sempre vigile e attenta alle richieste del pubblico. Dalla casa alle auto sempre più smart, dagli smartphone di ultima generazione agli schermi arrotolabili, ecco cosa potremmo attenderci dal prossimo futuro.

Unify, una delle principali società di software e servizi di comunicazione in tutto il mondo, sostiene che, nel 2016, le imprese utilizzeranno un numero crescente di dati con applicazioni pratiche, contenuti multimediali e modelli di consumo reinventati per aumentare il coinvolgimento dei clienti.

Anche le auto a guida autonoma diventeranno un vero e proprio “must” nel corso dei prossimi quattro anni, permettendo il riutilizzo del tempo sulla strada, grazie alla possibilità di usufruire di lavoro produttivo senza rischi alla sicurezza o problemi legali associati al lavoro ed alla stessa guida. Così, le ore trascorse nel traffico potrebbero essere utilizzate in modo produttivo e la qualità della vita beneficiarne.

Inoltre, gli schermi tattili saranno la prossima tendenza UI/UX, che andranno a colmare il divario tra i film di fantascienza e la realtà. Immaginare un film su un touchscreen flessibile, che può essere installato su pareti o altre superfici piane con una connessione wireless integrata basata su LCD di nuova generazione. Ma non solo film, perchè questi enormi display saranno utilizzabili anche come interfaccia per il computer ed anche come dispositivi di intrattenimento portatili che possono essere posizionate in qualsiasi luogo, purchè si abbia a disposizione una superficie piana.

Leggi anche:  Neuralink: uomo e macchina connessi con il pensiero, ecco come funziona

In arrivo, non da ultime, anche le più avanzate tecnologie in grado di aumentare i livelli di produttività e l’equilibrio tra coloro che lavorano in remoto e gli uffici. Tra le altre tendenze per quest’anno, quindi, un occhio attento non solo ai modelli automatizzati di monitoraggio sanitario da parte di professionisti da remoto, ma anche una serie di dispositivi indossabili per la salute e il fitness, che saranno integrati con gli strumenti idonei a mantenere il giusto equilibrio dello stile vita lavorativo. Ciò significa che le applicazioni sviluppate a tale scopo consentiranno di stabilire quando è il momento di muoversi, camminare, prendersi una pausa e alleviare lo stress, bilanciando gli orari tra attività fisica e lavoro sedentario.

Insomma, Unify prevede che entro quattro anni verrà approvato uno standard globale per il traffico e il contenuto dei social media, oltre alle e-mail senza protocolli standardizzati. E, sempre entro la fine del 2016 l’unificazione dei supporti per i contenuti multimediali faranno la loro comparsa attraverso protocolli standardizzati e API. In altre parole, i principali social network (che oggi sono principalmente di proprietà) si avvarranno di un modo universale per creare e condividere contenuti, feed e attività.