3D Touch
3D Touch: le app lo utilizzano ancora troppo poco?

3D Touch (o Force Touch) è sinonimo di innovazione e tecnologia. Quando Apple ha deciso di introdurre questa tecnologia nei propri device, infatti, ha presentato tutto ciò come qualcosa di rivoluzionario. Tuttavia la riuscita di questa impresa sarebbe dipesa in gran parte dagli sviluppatori. Come avrebbero sfruttato le API a propria disposizione per implementare le nuove funzioni del 3D Touch?

3D Touch: usato troppo poco?

Molti sviluppatori di app, anche molto note, hanno aggiunto alcune funzionalità utilizzando questa nuova tecnologia. Il più delle volte però si sono limitati ad implementare funzioni rapide fruibili esclusivamente dalla home. Tuttavia, si tratta di una funzione che al massimo viene utilizzata quando l’app entra in esecuzione, un po’ riduttivo come utilizzo. Tra le app più famose che si sono fermate a questo punto ci sono Facebook, LinkedIn, Snapchat, Chrome, Google Drive, Periscope, Amazon Video, Box e 500px.

Altre app, invece, hanno deciso di utilizzare al meglio tutte le funzionalità del 3D Touch, fra cui i due nuovi gesti Peek e Pop. Diverse applicazioni come ad esempio Dropbox, Insagram e Pinterest avevano accolto già da subito tali novità, implementando fin da subito queste funzioni. Quando vedremo i reali effetti benefici del Force Touch sulle app?

Un futuro interessante

Fino a questo momento, le app che hanno effettivamente utilizzato in maniera ampia la tecnologia del  Force Touch sono relativamente poche. In futuro, però, la situazione potrebbe cambiare e si potrebbe pensare ad un uso più intensivo del 3D Touch. Molto probabilmente gli sviluppatori vorranno studiare meglio quali funzionalità aggiuntive possono implementare così da impreziosire i propri software e l’intero store dI Apple.