opera
Opera Max, l’app per la gestione dei dati

Opera ha dichiarato che la sua tecnologia per la gestione e la compressione dei dati sarà presente su più di 100 milioni di smartphone entro il 2017, in quanto sempre più produttori hanno contattato il team per poter integrare questo software nei propri dispositivi.

Con le applicazioni che diventano sempre più esose in termini di dati consumati durante l’utilizzo, in molti cercano dei metodi per ridurre il consumo di questi dati soprattutto se in possesso di un piano tariffario che offre pochi GB e se si utilizzano spesso app come YouTube e Netflix. Opera Max è la soluzione studiata dal team del browser Opera: si tratta di un’applicazione scaricabile dal Play Store che permette di gestire i dati del proprio piano telefonico andando a risparmiare a volte fino al 50% dei megabyte consumati comprimendo per esempio i video durante lo streaming o i siti web visitati. L’applicazione funziona in 3G, 4G e anche WiFi, riducendo così l’impatto della navigazione sulla batteria.

Questo software è presente di serie in alcuni smartphone di Samsung e Xiaomi, ma Opera ha dichiarato quest’oggi di aver firmato un accordo con altri produttori orientali per portare la sua tecnologia su quanti più smartphone possibili. I produttori che installeranno Opera Max nel proprio sistema operativo salgono così a 14: questo significa che entro il 2017 saranno più di 100 milioni gli smartphone che potranno sfruttare questa tecnologia “out of the box”, vale a dire senza dover installare l’applicazione a parte dal Play Store.

Questa conquista di Opera è sicuramente utile per i paesi in via di sviluppo, dove la quantità di dati accessibili rappresenta un serio problema ma al tempo stesso uno degli aspetti maggiormente in crescita con il diffondersi degli smartphone. I produttori che hanno firmato un accordo con Opera sono Acer, Cherry Mobile, Evercoss, Fly, Hisense, Mobiistar, Micromax, Oppo, Prestigio, Samsung, Symphony, Tecno, TWZ e Xiaomi. Molti di questi sono sconosciuti nel nostro Paese, ma è comunque interessante vedere come certi produttori tengano a cuore una questione del genere, che nei Paesi occidentali magari rappresenta un problema relativo ma che altrove limita seriamente l’esperienza degli utenti.

In ogni caso, se non l’avete mai provata e non ne conoscevate l’esistenza, potete scaricare l’applicazione di Opera Max, presente sul Play Store già da diverso tempo, dal badge sottostante. Fateci sapere se notate dei miglioramenti nel consumo dei dati durante l’utilizzo del vostro smartphone.

[pb-app-box pname=’com.opera.max.global’ name=’Opera Max – Gestione dati’ theme=’discover’ lang=’it’]