google
Come sappiamo le applicazioni Android sono nativamente scritte in “java” ma anche tramite framework esterni totalmente all’ecosistema Google, tra quali “Apache Cordova”, e “Mono For Android”, Google però ha intenzione di creare un nuovo framework java-free, vediamo i dettagli!

Si tratterà di un framework totalmente cross-platform, un framework che consentirà a tutti i developers di scrivere una singola volta la propria applicazione e di esportare la stessa su tutti i dispositivi, Android, e non, persino sui pc, insomma, una validissima alternativa made in Google per consentire a tutti i developers il cross platform tanto desiderato!
Il progetto si chiama Sky, e il team che vi è dietro è ancora preso con lo sviluppo, concentrandosi principalmente su come evitare totalmente la UI e i suoi dettagli, in modo da generalizzare il più possibile il back-end e garantendo al developer una piena libertà sugli stili da adottare e quindi riuscire a rispettare anche alcuni stili imposti da quel determinato sistema operativo, senza contare che le API verranno ingegnerizzate in modo da evitare chiamate di sistema inutili e ovviamente eliminare rallentamenti e lag!

Leggi anche:  Android, alcune applicazioni sfruttano il microfono per spiarvi

Come potete immaginare, la piattaforma Dart necessiterà di una VM, un po’ come quella utilizzata da java, la quale permetterà di avviare quella singola determinata applicazione su qualsiasi device e qualsiasi sistema operativo equipaggiato con quella determinata macchina virtuale, insomma, un qualcosa simile al java, ma ingegnerizzato in modo totalmente diverso ed innovativo, capace di garantire performance migliori e ovviamente, una stabilità invidiabile.
Il team si concentrerà principalmente su Android e ChromeOS, ma solo per le release iniziali, infatti nei piani per il futuro Google punterà su Windows, iOS, ed OSX, insomma, il cross platform sta per diventare finalmente realtà!
[via]