Qualche giorno fa, nel seguente articolo abbiamo fatto luce sulle presunte vulnerabilità presenti in Android che coinvolge trasversalmente tutte le versioni del Robottino verde. Dalle  più comuni, come Android Gingerbread al recente Android Jelly Bean 4.1.1 passando per Ice Cream Sandwich 4.0.

Il sistema Android essendo un sistema open source, è molto vulnerabile ad applicazioni malevoli che possono arrecare danni al sistema. Il contenitore multimediali di applicazioni per Android (come tutti sappiamo) è il Play Store. Tra le tante applicazioni utili talvolta si annidano anche applicazioni malevoli.

Oggi, lo Store di Android conta circa 700.000 app, . Secondo un recente studio condotto da Bit9, almeno il 25% di queste sarebbero, se non dannose, quantomeno sospette.

L’analisi si basa su un campione di circa 412.000 app suddivise in tre diverse categorie (fidate, meno fidate e sospette) in base a questa differenziazione il 75% delle app risultano fidate, mentre il restante non fornisce garanzie di affidabilità. L’invito che porgiamo a tutti gli utenti di tecnoandroid è quello di prestare sempre massima attenzione alle applicazioni che scarichiamo.

Leggi anche:  Huawei Mate 10 e Mate 10 Pro, ecco come saranno i due smartphone