Sensation è stato il flagship di HTC nel corso di questo 2011, e seppur sia partito un po’ male al suo lancio con una non perfetta ottimizzazione software, è stato il primo device “non nexus” ad aver ricevuto la nuova versione di Android, e con essa ha raggiunto livelli di prestazioni assolutamente altissimi. Ma come se la cava contro il nuovo One S?

Partiamo dal Display:

I due device offrono la medesima grandezza del display, con la stessa medesima risoluzione, ovvero la qHD 960x540pixel con 256dpi. Quello che cambia è la tipologia: troviamo infatti un Super LCD per Sensation e un SuperAmoled per One S.

In One i colori sono molto forti, saturi, i contrasti sono molto alti e i neri profondissimi; essi sono comunque un po’ falsi, meno realistici anche se molto spettacolari. Sensation invece adotta colori più pacati, ma al tempo stesso veritieri, con neri molto meno neri, ma bianchi molto più bianchi (gli Amoled tendono a rendere il bianco azzurrino).

Non c’è un reale vincitore a dirla tutta, in quanto è molto soggettivo scegliere la spettacolarità alla “realtà”. Tuttavia One S riesce a regalare un’effetto davvero molto bello, con immagini che sembrano dipinte e fluttuanti nella parte superiore del vetro. Per questo ci sentiamo di preferire One.

Hardware:

Per entrambi gli smartphone troviamo processori sviluppati da Qualcomm, che sono rispettivamente lo Snapdragon S3 a 1.2Ghz per Sensation e lo Snapdragon S4 per One S, a 1.5Ghz. Ovviamente essendo la versione successiva quella montata sul nuovo modello è più potente e prestante, e riesce a ottenere inoltri consumi molto più contenuti. Un rinnovamento davvero importante, e che riesce a regalare prestazioni assolutamente migliori.

One S inoltre dispone di 1Gb di memoria Ram, contro i 768Mb di Sensation, e vanta 16Gb di memoria di massa, contro gli 1+8 del fratello più vecchio che si deve affidare alla memoria SD avendo solo 1Gb nel telefono per le applicazioni. Tuttavia disponibili in One S ci saranno “solo” 9.9, il che mette i due modelli sullo stesso piano, con il vantaggio che Sensation può ambire ai 32Gb espandibili via SD.

Entrambi sono forniti con piena connettività, Bluetooth, fotocamere anteriori, e fotocamere posteriori da 8Mpx.

La fotocamera di One S è però un grandissimo miglioramento rispetto a quella di Sensation, e vanta infatti un sensore con apertura focale F/2.0, sensore BSI per le foto in scarsa luminosità, e un chip chiamato ImageSense che permette scatti rapidissimi anche in successione.

Leggi anche:  Energy Sistem Music Box 9: grande speaker Bluetooth economico

Sicuramente Sensation riesce a difendersi, ma One è tutto un’altra cosa.

Software:

A livello software troviamo in entrambi gli smartphone la versione 4.0.3 di Android, ed entrambe sono personalizzate con l’interfaccia HTC Sense, che raggiunge la versione 3.6 su Sensation e 4.0 su One S. A livello di funzioni sono similissime, ma quella di One risulta più rapida, fluida e veloce, seppur con meno effetti grafici: una scelta che condividiamo, visti i risultati superiori nelle prestazioni. Essa inoltre risulta “più bella”, e toglie quel velo di vecchiaia che la Sense ha acquistato nel corso di questi anni (ricordiamo che è uscita nel 2009!).

La presenza di 25Gb di memoria cloud disponibile con Dropbox  su One S risulta sicuramente un plus da considerare.

Design e Materiali:

Il design dei due smartphone è davvero molto simile, e One S si ripropone come una versione più sottile, curata e sexy di Sensation. Entrambi usano scocche unibody, ma che differiscono nei materili: alluminio e plastica gommata per Sensation, mentre abbiamo una doppia combinazione per One, che varia a seconda del coloro. In bianco sarà infatti di policarbonato, mentre in nero di alluminio trattato per dare un’effetto ceramica.

Essendo una sua evoluzione, One S risulta sicuramente più attraente di Sensation, che comunque rimane uno degli smartphone più belli e curati in circolazione.

Conclusioni Finali:

Sensation riesce sicuramente a difendersi bene, e offre prestazioni davvero molto alte. One S tuttavia è decisamente migliore, e come evoluzione propone un grado di piacevolezza d’uso assolutamente maggiore. Non abbiamo dubbi a decretare il vincitore di questa sfida!

 

Nota: se volete procedere all’acquisto di One S ricordiamo che su Expansys.it potrete acquistare il device in versione Europa, che costa la bellezza di 100€ in meno rispetto alla versione Italiana. È il telefono che viene venduto anche negli altri Stati europei, e quello che cambia è solo la garanzia: quella italiana dovrebbe assicurare maggior velocità nel caso lo dobbiate mandare in assistenza, ma al lato pratico non cambia nulla rispetto a quella europea. Spendere 499€ invece che 599€ è sicuramente un vantaggio.