europa batterie

L’Europa potrebbe porre fine alla sua dipendenza dalla Cina per le batterie delle auto elettriche entro il 2030, ma solo se tiene il passo con le sovvenzioni verdi da 369 miliardi di dollari di Joe Biden, ha affermato The Guardian.

Il quotidiano britannico ha affermato che il rapporto del gruppo Transport & Environment afferma che l’UE è sulla buona strada per produrre abbastanza celle di batterie agli ioni di litio entro il 2027 per soddisfare la domanda e tagliare la Cina dalle catene di approvvigionamento.

Lo studio prevede che anche la dipendenza dell’Europa dalla Cina per la raffinazione e la lavorazione dei metalli delle batterie, che potrebbe diminuire drasticamente, prevedendo che oltre la metà della domanda europea di litio raffinato potrebbe provenire da progetti europei entro il 2030.

Più fabbriche e batterie entro il 2030

Ora non ci sono raffinerie di litio in Europa e circa il 90% della lavorazione mondiale del metallo avviene nell’Asia orientale, afferma il rapporto. Ma si prevede che i progetti di raffinazione in corso in Germania e Francia aumenteranno le prospettive dell’Europa, e la prevista legislazione dell’UE sulle materie prime critiche è progettata per garantire che soddisfino elevati standard ambientali.

Il Guardian ha osservato che i parlamentari hanno espresso preoccupazione per la catena di fornitura di veicoli elettrici della Gran Bretagna che dipende eccessivamente dalla Cina, una vulnerabilità chiave tra le tensioni politiche tra Pechino e l’occidente.

La Gran Bretagna ha vietato la vendita di nuove auto a benzina e diesel dal 2030, mentre l’UE si è impegnata a eliminare gradualmente i motori a combustione dal 2035.

Tuttavia, il fiore all’occhiello dell’Inflation Reduction Act (IRA) di Biden ha attirato investimenti verdi negli Stati Uniti e ha esercitato pressioni sulla Gran Bretagna e sull’UE.

FONTEjust-auto
Articolo precedenteL’IA non può prendere decisioni completamente neutre, compreso chatGPT
Articolo successivoE’ stato rilevato da un radiotelescopio un segnale proveniente da un’altra galassia
Simone Paciocco
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it