LENSA AI

Sui social non si fa che parlare d’altro. O meglio: non si vede altro. In particolar modo su Instagram stanno letteralmente spopolando le immagini che ritraggono le persone in vari formati, come se ogni immagine fosse un vero e proprio dipinto digitale fatto su misura. Queste immagini sono create dall’intelligenza artificiale Lensa, nota come Lensa AI.

L’app riesce a dare origine a delle versioni digitali delle foto dei soggetti, ma non tutti sanno che questo strumento potrebbe essere potenzialmente pericoloso. Infatti, ci sono vari utenti nel mondo che, dopo averla largamente utilizzata, non la consiglierebbero affatto ad altri. Perché ciò accade? Andiamo subito a scoprire di seguito quali insidie vengono sottovalutate mentre si utilizza quest’app.

 

 

Lensa AI: i problemi dell’app che vengono presi fin troppo sottogamba

L’esempio principale è sicuramente quello che riguarda la privacy dell’utente. Infatti, questa potrebbe essere messa facilmente a rischio, in quanto quando l’app viene scaricata, viene chiesto di accettare dei termini concernenti la commercializzazione e la ricerca.

Ulteriori problemi si possono avere con i diritti d’autore: l’app potrebbe “rubare” l’immagine e riutilizzarla per immetterla in rete. Inoltre, i creator ai creator dell’app Lensa non interessa minimamente dell’età di chi usa l’app, di conseguenza i minorenni sono largamente a rischio.

Infine, per concludere il cerchio delle insidie, molto spesso si parte da un semplice viso, poi in un secondo momento l’app va a generare intere figure e alle volte anche intere immagini integrali in nudo che potrebbero finire in posti pericolosi.

Dunque, in definitiva, per quanto queste app siano interessanti, hanno ancora fin troppe insidie che possono facilmente trasformarsi in problematiche vere e proprie. Di conseguenza, ne sconsigliamo l’utilizzo.

Articolo precedenteRealme GT Neo 5, trapelano in rete le specifiche tecniche
Articolo successivoApp pericolose: migliaia di conti in banca violati dopo averle installate
Christian Savino
Christian, 24 anni. Appassionato di tecnologia e musica da sempre. Autore per TecnoAndroid dal 2019.