pannello solare di notte

Probabilmente è ovvio, ma di tutta l’energia dei pannelli solari generati l’anno scorso, nulla è stato prodotto di notte. Una nuova ricerca sta dimostrando che non sara più così in futuro.

I ricercatori di Stanford hanno modificato i pannelli solari disponibili in commercio per generare una piccola quantità di elettricità di notte sfruttando un processo noto come raffreddamento radiativo, che si basa  sul vuoto gelido dello spazio. La ricerca è stata pubblicata all’inizio di aprile in Applied Letters in Physics.

Tendiamo a pensare al sole come all’importante risorsa di energia rinnovabile“, ha affermato Shanhui Fan, il ricercatore capo del progetto. “La freddezza dello spazio esterno è anche una risorsa di energia rinnovabile estremamente importante“.

Mentre i pannelli modificati generano una piccola quantità di energia rispetto a quella che fa un moderno pannello solare durante il giorno, quell’energia potrebbe comunque essere utile, specialmente di notte quando la domanda di energia è molto più bassa, hanno detto i ricercatori.

Tecnicamente parlando, i pannelli solari modificati non generano elettricità solare di notte. Invece di sfruttare la luce solare (o la luce delle stelle o della luna, che ancora non funziona), i ricercatori hanno aggiunto una tecnologia che sfrutta il raffreddamento radiativo.

Quando un oggetto è rivolto verso il cielo di notte, irradia calore nello spazio esterno, il che significa che un oggetto può diventare più freddo della temperatura dell’aria circostante. Questo effetto potrebbe avere ovvie applicazioni nel raffreddamento degli edifici, ma la differenza di temperatura può essere utilizzata anche per generare elettricità.

Fan, un professore di ingegneria elettrica, e i suoi colleghi ricercatori hanno aggiunto la tecnologia a un pannello solare commerciale che potrebbe fare proprio questo ed essere in grado di generare una piccola quantità di elettricità di notte.

Il pannello modificato generava 50 milliwatt per metro quadrato di notte. Sebbene sia molto più delle precedenti iterazioni di questa tecnologia, è ben al di sotto di ciò che un pannello solare commerciale può produrre durante il giorno.

Alcuni scienziati sono scettici a riguardo

Potrebbe essere potenzialmente utile per alcune delle applicazioni a bassa densità di potenza“. Ciò potrebbe includere l’illuminazione notturna, i dispositivi di ricarica e il mantenimento di sensori e apparecchiature di monitoraggio online, ha affermato Fan.

Fan afferma che le modifiche sono state apportate ai pannelli solari commerciali, il che significa che la tecnologia potrebbe essere ampiamente utilizzata. Ha anche affermato che migliorando il design, potrebbe essere generata più elettricità.

Ci sono ancora molte domande a cui rispondere prima che qualsiasi applicazione commerciale possa essere lanciata, Geoff Smith, professore emerito di fisica applicata presso l’Università della Tecnologia di Sydney, ha scritto in una risposta via e-mail alle domande. Smith, che era a conoscenza della ricerca ma non era coinvolto, e dubita che riusciranno a sviluppare mai una fonte di energia economicamente valida.

L’aggiunta di complessità e vie per il degrado ai sistemi di energia rinnovabile, nonostante sia scientificamente interessante, raramente lo rende pratico“, ha scritto.

La ricerca dimostra che puoi generare elettricità in questo modo e non aveva lo scopo di provare nulla sulle future applicazioni pratiche, ha detto Fan.

 

FONTEcnet
Avatar
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it