Android supporta da tempo la funzionalità Picture-in-Picture, consentendo alle app di visualizzare video e non solo all’interno di una finestra sovrapposta ad altri contenuti. Android 13 è destinato a migliorare questa funzionalità, consentendo finestre PiP molto più alte o più larghe rispetto alle precedenti. Il miglioramento è pensato soprattutto per alcuni dei migliori box per Android TV in circolazione.

La nuova funzione PiP non avrà più il formato predefinito che consente solo proporzioni comprese tra 1:2,39 e 2,39:1 su alcuni dispositivi. Molti film vengono mostrati in 2,35:1, che di solito è il rapporto più ampio e adattabile a qualsiasi schermo tra quelli utilizzati nell’intrattenimento. Infatti, PiP è pensato principalmente per guardare film e programmi in background. Adesso non sarà più così, i casi d’uso aumenteranno.

Android TV 13: miglioramenti in vista per la modalità PiP (Picture in Picture)

Gli sviluppatori di Google stanno già eliminando questa limitazione delle proporzioni in voga da tempo, questo potrebbe implicare una quantità maggiore di utilizzi in futuro che richiedono proporzioni ben diverse. Potrebbe anche essere utile per le guide TV e le app che se ne occupano. I dispositivi devono supportare la nuova modalità multi-finestra PiP in arrivo con Android 13 affinché gli sviluppatori possano trarre vantaggio. È probabile che soprattutto in una fase iniziale, la nuova modalità PiP arrivi solo per Android TV.

Android TV 13 potrebbe anche creare ambienti pseudo multi-finestra. Sebbene Android TV non supporti lo schermo diviso, questa funzione probabilmente si avvicina il più possibile a quel tipo di multischermo. Android TV 13 consentirà inoltre di spostarsi tra le finestre PiP utilizzando il pad del telecomando, consentendoti di riporre queste finestre extra in un punto preciso.

Android ha introdotto per la prima volta il supporto per PiP in Android TV 7.0. Google ha rapidamente esteso il supporto ad Android nella versione 8.0. Con le ultime modifiche di Android 13, PiP sembra destinato a migliorare nettamente, diventando ancora più onnipresente di quanto non lo sia già per molte app.

Avatar
Procrastinatrice cronica e allo stesso tempo perfezionista. Innamorata perdutamente delle scienze umanistiche. Nel 2017 ho iniziato a lavorare per Tecnoandroid, riscoprendo e consolidando anche la passione per la tecnologia.