In occasione del CES 2022 è stata annunciata la collaborazione inedita tra la NASA e Amazon Alexa per il progetto Artemis I. Per la prima volta una persona di colore e una donna approderanno sulla Luna. Con loro ci sarà Alexa integrata nella tecnologia che prende il nome di Callisto, la nuova tecnologia pensata per le navicelle della NASA in collaborazione con Amazon, Lockheed Martin e Cisco.

Callisto sarà uno strumento chiave nelle prossime missioni della NASA. Grazie all’aiuto di questa nuova tecnologia, in collaborazione con Amazon Alexa, viaggiare nello spazio ed esplorarne ogni sfaccettatura sarà più immediato, più semplice e più funzionale. L’Intelligenza Artificiale è un valido alleato degli astronauti già da alcuni anni, ma non si è mai raggiunto un livello di sinergia simile.

Amazon Alexa arriva sulla Luna, la nuova partnership con la NASA

La NASA e Amazon non puntano solo a migliorare le tecnologie e gli strumenti utilizzati per le prossime missioni nello spazio. I due colossi mirano anche a coinvolgere di più soprattutto le ultime generazioni. I giovani saranno protagonisti assoluti di alcuni progetti. Esplorare lo spazio sarà un’esperienza sempre più accessibile a tutti, anche se in modi diversi e a distanza. Viaggiare nello spazio diventerà più fattibile per studenti, insegnanti e famiglie grazie a metodi alternativi, impensabili alcuni anni fa, quando non si avevano i mezzi adatti. Artemis I è una svolta nella storia delle esplorazioni nello spazio anche da questo punto di vista.

Alexa Callisto

Le missioni Artemis saranno costellate di prime volte, si raggiungeranno nuovi obiettivi, nuovi traguardi, e si stabiliranno nuovi criteri per le missioni future. Amazon Alexa darà un importante contributo in questo senso, facilitando le operazioni prima di ogni partenza e durante/dopo ogni missione. Per saperne di più, oltre a consultare le fonti ufficiali, ti basterà dire “Alexa, portami sulla Luna” al tuo assistente digitale.

Callisto