Il colosso dello streaming Netflix è alla continua ricerca di migliorie da apportare alla propria piattaforma. Oltre ad inserire sempre nuovi contenuti, la società cerca di migliorare anche a livello tecnico il proprio servizio.

Netflix: a cosa serve il nuovo codec

È proprio questo il caso dell’ultima modifica che sta per essere apportata. Netflix ha di fatto deciso di modificare il proprio codec, passando dal vecchio H-264 AVC al nuovo AV1. Questa modifica permetterà di mantenere la stessa qualità video, andando a creare però un flusso più leggero.

Per il momento sembra però che questo vantaggio voglia essere usato non per migliorare ulteriormente la qualità video, ma solo per alleggerire il flusso di rete nei momenti in cui la rete è più satura. Questo permetterà agli utenti un’esperienza d’uso migliore, senza blocchi o rallentamenti.