La svolta in casa TIM è arrivata. Dopo i rumors delle scorse settimane, il gestore italiano ha deciso di dar via ufficialmente al suo processo di dismissione delle reti 3G. Nel corso dei prossimi mesi, il provider eliminerà le sue vecchie reti internet per concentrarsi sempre di più sullo sviluppo del 4G e del 5G.

TIM, addio alle vecchie SIM con il 3G

Proprio in questi giorni, TIM sta inviando una serie di SMS agli utenti, annunciando l’immediata chiusura del servizio 3G. Al fine di beneficiare delle linee internet di nuova generazione, tutti i clienti che hanno una SIM minore di 128k saranno invitati alla sostituzione della scheda.

I clienti di TIM potranno cambiare la loro SIM entro il mese di Aprile, recandosi presso uno degli store ufficiali del gestore italiano. Il numero del profilo tariffario non cambierà, mentre sarà necessaria una quota una tantum dal valore di 15 euro per la ricezione della nuova scheda, utile per le connessioni 4G e 5G. 

I 15 euro saranno successivamente rimborsati da TIM, in forma di credito residuo. Il credito extra potrà essere utilizzato per il rinnovo delle tariffe o anche per consumi extra.

Coloro che non provvederanno al cambio della SIM inferiore di 128k, a partire da Aprile 2022 non potranno più beneficiare dei servizi di rete. Nessun cambio di SIM, invece, sarà necessario per i clienti di TIM con SIM uguale o superiore a 128k.

Come ulteriore compensazione per questa fascia di pubblico, TIM aggiunge anche consumi illimitati per le telefonate per un mese.