WhatsApp: centinaia di migliaia di account chiusi, ecco i motivi shock

Non sembra essere il periodo migliore per WhatsApp, applicazione pluripremiata che negli ultimi anni è riuscita a guadagnarsi un folto seguito. Si parla infatti di un’applicazione di messaggistica che non nutre rivali, soprattutto da quando è stata lanciata la moda di avere sullo smartphone un’app del genere.

La situazione attualmente però è molto diversa, soprattutto da quando WhatsApp a annunciato il suo aggiornamento che avrebbe modificato la privacy policy. È bene quest’ultimo update è arrivato lo scorso mese di maggio, comportando alcune novità che però non hanno modificato più di tanto le abitudini del pubblico. Sono stati tanti al contempo coloro che hanno scelto di scappare via, credendo che WhatsApp avrebbe reso le loro informazioni più pubbliche del solito. In realtà non è stato così, dal momento che l’obiettivo dell’applicazione colorata di verde era solo quello di concedere qualche info in più a Facebook che è proprietaria proprio di WhatsApp. Ci sarebbero però anche altri motivi dietro l’abbandono.

 

WhatsApp: gli utenti scappano anche per via delle troppe truffe

Secondo quanto riportato tantissime persone avrebbero deciso di abbandonare definitivamente WhatsApp durante gli ultimi sei mesi. La motivazione starebbe soprattutto nella grande presenza di truffe all’interno della chat, situazione certamente non imputabile al colosso.

In molti si sono trasferiti verso Telegram, che secondo le statistiche accoglierebbe le truffe solo per il 5%. Ora bisognerà capire quale sarà l’inflessione per il futuro, visto che Telegram avrebbe guadagnato circa 80 milioni di nuovi utenti in soli sei mesi. Al momento WhatsApp resta saldamente al comando delle classifiche di gradimento.