spacex-starlink-satelliti-orbita

I satelliti Starlink lanciati nello spazio da SpaceX stanno fronteggiando un avversario insolito: gli alberi.

Il servizio Internet satellitare offerto dall’Agenzia Spaziale di cui Elon Musk è CEO è entrato in fase di beta testing a giugno del 2020, per lo più in aree come Seattle. Tuttavia, alcuni utenti stanno riscontrando dei problemi. “È possibile far funzionare Starlink nella nostra zona o siamo solo sfortunati?” Questo commento su Reddit è piuttosto comune tra gli utenti che vivono in zone costellate da alberi.

“Le ostruzioni nella parte bassa del cielo causano più interruzioni poiché i satelliti si trovano più frequentemente in quest’area. Il miglior consiglio che possiamo dare è installare Starlink alla massima elevazione possibile, dove è sicuro farlo”. Starlink osserva inoltre che “un singolo albero” può interrompere il servizio. L’azienda fornisce un’app per aiutare gli utenti a verificare la presenza di “ostruzioni”.

Starlink: riscontrati i primi problemi con il nuovo sistema satellitare che mira a migliorare la connessione Internet

Starlink non è pensato per gli ambienti urbani a causa delle interferenze dovute alla presenza di edifici. Nelle aree rurali è probabile che gli alberi siano un “problema più grande” anche se di diversa entità. “Alcuni potrebbero essere in grado di aggirare questo problema montando professionalmente la parabola più in alto sul tetto. Se lo monti in alto, potrebbe essere necessario portarlo più in basso durante una tempesta”.

I satelliti Starlink attualmente in orbita hanno anche interrotto le osservazioni astronomiche. Per molti utenti, in particolare quelli negli Stati Uniti, Starlink sarebbe un’alternativa valida ai provider tradizionali. Accanto alle questioni politiche, ci sono problemi demografici. Soprattutto negli USA le città e le aree più popolate hanno un “grande accesso” ad Internet, carente nelle zone rurali e remote. “Può essere molto costoso gestire reti in fibra ottica per comunità con poche centinaia di residenti”.