google-fuchsia-os-primi-device-coinvolti

Il nuovo sistema operativo di Google, Fuchsia è da tempo in fase di sviluppo ed ora arriverá su alcuni dispositivi realizzati da Google, ovvero Nest Hub. Google ha riferito che, a partire da oggi, un aggiornamento sará distribuito ai proprietari di Nest Hub di prima generazione, rilasciato per la prima volta nel 2018.

Questo aggiornamento non cambierà nessuna delle funzionalità di Nest Hub , ma il display intelligente eseguirà Fuchsia OS invece del “Cast OS” basato su Linux che usava prima. La tua esperienza con Nest Hub dovrebbe essere essenzialmente identica, ma in futuro arriveranno probabilmente una serie di nuove funzionalitá.

Google Fuchsia OS sará disponibile a breve su Nest Hub

L’aggiornamento basato su fucsia per Nest Hub verrà lanciato nei prossimi mesi, a partire da quelli nel programma di anteprima. Considerando che l’interfaccia e l’esperienza rimarranno invariate, è probabile che i proprietari di Nest Hub non si accorgeranno nemmeno di essere passati al sistema operativo Fuchsia.

Testando il suo OS dispositivi presenti in commercio, Google può dimostrare che il suo sistema operativo “non Linux” è pronto per essere utilizzato nelle case intelligenti come sostituto immediato del sistema operativo Cast. Per ora, non è chiaro se Google intenda trasferire su Fuchsia altri dispositivi basati su Cast OS.

Come suggerito da Hiroshi Lockheimer di Google nel 2019, la casa intelligente potrebbe essere il punto di partenza per Fuchsia. Tuttavia, spostare il sistema operativo su smartphone e laptop è una cosa completamente diversa poiché il team Fuchsia si ‘mischierebbe’ nelle divisioni Android e Chrome OS. Dunque è probabile che quel giorno non arrivi mai.